Quantcast

Ricordando Erica Barbetta, la giovane sarta prematuramente scomparsa, nel giorno del suo 27emo compleanno

La donazione da parte della famiglia a favore dell'associazione L'Airone di Manta che si occupa di bambini con disabilità intellettiva e autismo e alle loro famiglie

Erica Barbetta è la giovane stilista morettese prematuramente scomparsa lo scorso 27 marzo. Ieri, 12 giugno, in occasione del suo 27emo compleanno la famiglia ha voluti ricordarla con una donazione a favore dell’associazione L’Airone di Manta che si occupa di bambini con disabilità intellettiva e autismo e alle loro famiglie.

Così proprio nella giornata di ieri Aurora Rubiolo, presidente dell’associazione, ha voluto dedicare alla giovane e alla sua famiglia una lettera a nome suo e delle famiglie dell’Associazione L’Airone.

Oggi 12 Giugno ricorre il compleanno di Erica Barbetta, la vogliamo ricordare così……
Sono a scrivere questa lettera come presidente dell’associazione L’Airone di Manta ma soprattutto come mamma e a nome di tante mamme e papà di bambini e ragazzi con disabilità.
Ho conosciuto Erica in un momento speciale della nostra vita, in occasione del matrimonio di mia figlia Chiara ed ho assaporato, anche se per poco tempo, la straordinaria dolcezza di Erica nel rivolgersi a noi, ma soprattutto a mia figlia, persona con autismo, bisognosa di attenzioni speciali che Erica, con professionalità ma soprattutto con cuore ha saputo cogliere e regalarle in quel poco tempo.
Forse per questo non mi ha stupito che in un momento così duro, difficile e doloroso voi abbiate pensato a noi famiglie fragili, a volte chiuse in un mondo nostro, non nascondo che spesso l’autismo avvolge tutte le nostre famiglie e non solo il bimbo o ragazzo. Non mi stupisce perché ritrovo nel vostro gesto quella dolcezza, quell’umanità e quel cuore che ho visto nella vostra Erica.
Il vostro gesto sarà di aiuto per famiglie che faticano ad affrontare le spese di una riabilitazione specifica che l’associazione propone ai bambini con autismo e disabilità intellettiva (ABA VB nelle linee guida per il trattamento dell’autismo) e sarà come ricevere tante carezze da Erica e da voi tutti.
Erica era molto sensibile al tema dell’adozione e il pensiero che abbia “adottato” tutti i nostri ragazzi mi riempie il cuore di gioia.
Nella speranza che da questo seme nasca un fiore di amicizia che duri nel tempo e che ci permetta di incontrarci e di stringerci in un abbraccio grande con la presenza fortissima e speciale di questa grande e dolcissima donna, figlia, compagna ed amica di tutti voi vi ringraziamo con il cuore pieno di gratitudine e di amore incondizionato che da sempre guida la nostra opera.”