Quantcast

Nomina commissario Tenda, Nicolò Musso: “Sia punto di partenza e non d’arrivo”

Il capogruppo della maggioranza consiliare di Limone Piemonte, nonché coordinatore di Alpi Marittime in Azione: "Per il nostro Comune e per la vallata è fondamentale disporre di questa infrastruttura. Tanti turisti e non solo percorrono questa via e una bella fetta di economia passa attraverso il Tenda"

L’indicazione giunta dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in merito al nome del commissario straordinario per il Tenda (Nicola Prisco, di ANAS Lombardia), è stata accolta con entusiasmo dalla maggioranza consiliare di Limone Piemonte, rappresentata dal capogruppo Nicolò Musso.

“Finalmente – ha dichiarato –, dopo 3 mesi e mezzo dall’alluvione del 2 ottobre, che ha interrotto il collegamento con la Francia, il Governo ha finalmente nominato un commissario per sistemare e ultimare il raddoppio del tunnel del Tenda. Un gran passo avanti, che però non deve essere un arrivo, bensì un punto di partenza per realizzare l’opera nel più breve tempo possibile, in quanto per Limone e per la vallata è fondamentale disporre di questa infrastruttura. Tanti turisti e non solo percorrono questa via e una bella fetta di economia passa attraverso il Tenda”.

Nicolò Musso è anche coordinatore di Alpi Marittime in Azione, gruppo legato al movimento politico fondato da Carlo Calenda: “Ora – ha concluso -, come Comune di Limone Piemonte dobbiamo continuare a insistere affinché i lavori riprendano il prima possibile, mentre come Alpi Marittime in Azione, grazie anche sicuramente al supporto dell’onorevole Enrico Costa, vigilare che da Roma la burocrazia non rallenti ancora la riapertura di questo fondamentale cantiere”.