Prato Nevoso, Gian Luca Oliva sulla questione impianti: “Come si fa a ritenere pericolosa la montagna?”

L'amministratore delegato della società che gestisce le strutture di risalita nella località alpina del Mondolé Ski ha pubblicato un video, nel quale ha taggato il profilo ufficiale del premier Giuseppe Conte, esternando il suo malcontento per il mancato avvio della stagione

Gian Luca Oliva, amministratore delegato di Prato Nevoso, è tornato negli scorsi minuti sulla questione connessa alla mancata apertura degli impianti sciistici, collegata alla decisione del Governo di tenere chiuse le strutture di risalita in montagna a causa della pandemia di Coronavirus.

Nel filmato, pubblicato sui social con tanto di tag al profilo ufficiale del premier Giuseppe Conte, Oliva afferma: “Sono qua in cima alla blu (seggiovia, ndr), guardate che meraviglia. Come si fa a ritenere la montagna più pericolosa rispetto a tante cose che si vivono in città? Spiegatemelo per favore, non lo capisco”.

Un pacifico (ma fermo) grido di protesta che si associa a quelli levatisi in questi giorni da parte di tutti i governatori regionali del Nord Italia.