Si può fare la spesa fuori dal proprio Comune? “Sì, se c’è convenienza economica”

Precisazione ufficiale del Governo su uno dei punti maggiormente dibattuti dell'ultimo DPCM

Più informazioni su

Nelle scorse ore il Governo ha chiarito uno dei punti che maggiormente ha fatto discutere dell’ultimo DPCM. In molti, infatti, si sono chiesti ed hanno chiesto se nelle regioni collocate in zona rossa (come il Piemonte) fosse possibile recarsi in un Comune diverso dal proprio per fare la spesa.

Ebbene, l’Esecutivo ha aggiornato le FAQ (le domande frequenti dei cittadini) in tal senso precisando che i residenti in un Comune possono spostarsi per fare la spesa in un Comune contiguo per motivi economici, cioè laddove vi sia maggiore convenienza.

Ora sul sito del Governo Italiano alla pagina F.A.Q. sulle misure adottate dal Governo si legge infatti: “Posso fare la spesa in un comune diverso da quello in cui abito? Gli spostamenti verso Comuni diversi da quello in cui si abita sono vietati, salvo che per specifiche esigenze o necessità. Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati”.

 

Più informazioni su