Nuovo DPCM, sindaco di Chiusa Pesio: “il nostro paese paga un prezzo altissimo”

Claudio Baudino: "i nostri bar e ristoranti vengono rapportati a quelli di Milano, Torino, Napoli o Roma. Abbiamo bisogno di risposte immediate per proteggere le attività economiche e la coesione sociale. Non possiamo permetterci di perdere la capacità di guardare attraverso e oltre l’emergenza"

Non è particolarmente positivo il commento del sindaco di Chiusa Pesio, Claudio Baudino, al nuovo DPCM firmato nella giornata di oggi dal presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte.

“Il nostro paese – dichiara in una nota il primo cittadino chiusano – paga un prezzo altissimo con il nuovo Dpcm. Seppur con numeri diversi dalle metropoli e praticamente privo di movida, i nostri bar e ristoranti vengono rapportati a quelli di Milano, Torino, Napoli o Roma”.

“Prendere decisioni – conclude Baudino – non è facile, ma è evidente che, oltre a salvaguardare il diritto alla salute, abbiamo bisogno di risposte immediate per proteggere le attività economiche e la coesione sociale. Non possiamo permetterci di perdere la capacità di guardare attraverso e oltre l’emergenza”.