Quantcast

Rifreddo, il Consiglio dà il là alla variante urbanistica per il nuovo polo scolastico

Approvati anche il bilancio ed il sostegno alla funzionalizzazione reparto dialisi dell’Ospedale di Saluzzo

E’ tornato a riunirsi il Consiglio comunale rifreddese. Una seduta che si è svolta presso il Laboratorio del paesaggio montano di via provinciale e che ha visto i consiglieri occuparsi di numerose questioni. L’assemblea è, infatti, partita con l’approvazione dei verbali della seduta precedente per poi passare ad occuparsi del nuovo polo scolastico e del bilancio. Sul primo versante si è dapprima provveduto alla delibera di acquisizione dell’ex area del caseificio Oreglia e poi all’inizio dell’iter per la variazione urbanistica dello stesso.

“Abbiamo messo a disposizione – ha commentato il sindaco – 350 mila euro per l’acquisto e approvato in prima lettura la variante urbanistica per trasformare la destinazione d’uso dell’area in oggetto a servizi pubblici in modo poter presentare il progetto per il nuovo polo scolastico”. Sul bilancio 2022 si è invece convenuto si seguire la linea dello scorso anno. Infatti vengono confermate tutte le imposte al livello pregresso ed anche i costi dei servizi non subiranno aumenti.

Chiusa la sessione di bilancio il Consiglio ha unanimemente deciso di mettere a disposizione 1000 euro per la rifunzionalizzazione del reparto dialisi dell’Ospedale di Saluzzo in modo da potenziarne la fruibilità e la qualità del servizio. “Come molti altri comuni della zona – spiegato Cesare Cavallo – abbiamo voluto dare il nostro contributo ha questa interessante compartecipazione tra enti locali e Regione Piemonte.

Speriamo adesso che il progetto parta al più presto e che si possa così avere più posti dialisi a disposizione”. In coda al consiglio si è anche provveduto ad approvare il Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani. Un regolamento che va nella direzione del sempre maggiore coinvolgimento dei cittadini nella gestione comunale. Un tema su cui il piccolo comune della Valle Po è da sempre all’avanguardia.

i temi finanziari con due variazioni di bilancio che hanno visto la presa d’atto dell’arrivo di circa 150mila euro di finanziamento da parte dello Stato. “Ai tanti finanziamenti ottenuti quest’anno – ha spiegato il primo cittadino Cesare Cavallo – aggiungiamo questa sera altre quattro sovvenzioni che arrivano dallo Stato. La più importante è sicuramente quella da 125mila euro per la scuola elementare ma anche i quasi 5mila euro per l’acquisto di materiale bibliografico, gli 8mila per i buoni pasto ed i 6mila per i mancati introiti della Tari ci consentiranno di gestire questo fine 2021 con un po più di tranquillità e risorse”.

Oltre all’aspetto contabile in Consiglio ha anche approvato i verbali delle sedute precedenti e dato spazio ad alcune interrogazioni del gruppo di minoranza. Si è così parlato dei lavori effettuati durante l’anno, della commissione per la certificazione dei prodotti di denominazione comunale e dell’utilizzo degli operai forestali della Regione Piemonte.

L’ultimo adempimento ha visto i consiglieri approvare all’unanimità la convezione con la provincia di Cuneo per proporre interventi sul Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) previsto all’interno dei finanziamenti europei del Next Generation found. Chiusa ufficialmente la seduta il sindaco ha ricordato i prossimi appuntamenti istituzionali rifreddesi e fatto gli auguri di buon Natale ai consiglieri ed al pubblico presente.