Quantcast

Busca, sabato il primo laboratorio per l’ecomuseo

Italia Nostra ha selezionato il progetto e partecipa attivamente all'ideazione

Nella mattinata di sabato prossimo, 15 gennaio, si terrà il primo laboratorio del progetto per la costituzione dell’ecomuseo di Busca, organizzato dal Comune e dall’associazione Ingenium insieme con Italia Nostra. Sono invitati i rappresentanti delle associazioni locali e  tutti  coloro che sono interessati al territorio di Busca, Valmala e dintorni: l’appuntamento, dal titolo “Osservare e costruire per vivere i beni comuni”  è per le ore 9,30 nella sede dell’associazione Ingenium, nell’ex convento dei cappuccini in viale Monsignor Ossola 1, richiesto il green pass.

La sezione cuneese di Italia Nostra, ha, infatti,  selezionato per la provincia Granda il progetto dell’ecomuseo per partecipare all’iniziativa nazionale “Alla ricerca dei beni comuni”. “L’attenzione di Italia Nostra al progetto ecomuseo di Busca – dice il sindaco Marco Gallo – è davvero molto significativa e incoraggiante. Segno che siamo sulla strada giusta per dare al nostro territorio maggiori opportunità culturali e turistiche”.

I lavori per la realizzazione dell’ecomuseo del territorio buschese, presentato ufficialmente al teatro civico di Busca lo scorso 9 novembre, proseguono dunque a buon ritmo. Il 10 gennaio è scaduto il termine per partecipare al sondaggio “Busca: ecco cosa ti fa bella”  e durante i lavori saranno resi noti i risultati. All’incontro interverranno  gli assessori Lucia Rosso ed Ezio Donadio, gli attivatori di Italia Nostra sezione di Cuneo Marta Bergese e Alberto Collidà. Le due consulenti faranno da guida alla nella mappatura collettiva dei beni culturali materiali e immateriali del buschese. L’obiettivo finale, che si raggiungerà con il secondo laboratorio in programma sabato 12 marzo, è individuare il tema, una tradizione, un prodotto, un luogo, su cui focalizzare le future attività dell’ecomuseo.

Chiunque abiti a Busca e Valmala o dintorni, o viva la città per motivi di lavoro, è invitato a portare in queste due giornate le proprie proposte e raccontare le peculiarità locali che meglio conosce. È consigliata la prenotazione scrivendo a ecomuseobusca@gmail.com.

Alla ricerca dei beni comuni

Il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha valutato quale miglior progetto per il finanziamento di attività di rilevanza nazionale nel Terzo Settore l’iniziativa di Italia Nostra “Alla ricerca dei beni comuni – La salvaguardia del patrimonio culturale (beni culturali materiali e immateriali, paesaggio, memoria) e ambientale ‘minore’”. Il progetto si articola in momenti di formazione e di attivazione di laboratori di progettazione partecipati dalle comunità, individuando azioni concrete da condividere e realizzare con le amministrazioni locali, nella certezza che una consapevolezza e una cultura tecnica diffusa possano agevolare la partecipazione attiva dei cittadini e sostenere processi di salvaguardia e conservazione dei beni comuni.