Quantcast

Nursing Up Cuneo “pronti ad aiutare tutti i lavoratori della sanità”

Il Nursing Up, sindacato degli infermieri e delle professioni sanitarie, con la segreteria provinciale di Cuneo e quella regionale piemontese, si mette a disposizione di tutti i colleghi che abbiano qualsiasi necessità

La nuova emergenza legata all’incremento dei casi di contagio da Covid ha portato la direzione dell’Asl cuneese a riorganizzare diversi reparti ampliando il numero di posti letto destinati ai casi di Covid19 con necessità di ricovero. Ciò è avvenuto sia in medicina che in terapia intensiva. Per questo è avvenuto un reclutamento di personale che è stato temporaneamente riassegnato in tali reparti.

Il Nursing Up, sindacato degli infermieri e delle professioni sanitarie, con la segreteria provinciale di Cuneo e quella regionale piemontese, si mette a disposizione di tutti i colleghi che abbiano qualsiasi necessità, consapevoli del disagio che gli operatori impegnati nei reparti Covid dovranno affrontare, pronti a supportarli e a interloquire tempestivamente con le amministrazioni aziendali e sanitarie.

Spiegano il Segretario Provinciale Nursing Up Cuneo, Giovanni Mariano, il segretario aziendale Nursing Up Cuneo 1, Stefano Rosso, con il segretario regionale Nursing Up, Claudio Delli Carri: “Crediamo sia importante fare sentire la nostra presenza e fare sapere a tutti colleghi che noi siamo dalla loro parte. Chiediamo di comunicarci eventuali problemi legati all’approvvigionamento di DPI, alla loro regolare marchiatura con le corrette diciture e codici di protezione, a problemi nella vestizione/svestizione e ai disagi per il tempo ad essa connessa, ai tempi prolungati di utilizzo DPI o a qualsiasi altra problematica riscontrata all’interno di tali reparti. Siamo pronti, infatti, a supportare i colleghi nella soluzione di questi problemi con cui da molti mesi ormai abbiamo imparato a confrontarci, e a interloquire immediatamente con le direzioni”.

“Allo stesso modo – proseguono Delli Carri, Mariano e Rosso – vogliamo fare sentire la nostra vicinanza a tutti i colleghi comprendendo il disagio della parte di lavoratori che si vedono spostare di servizio o reparto, a volte anche in una diversa sede lavorativa, che vengono accorpati con altri servizi o che si trovano a svolgere turni in reparti in via di definizione con operatori sempre nuovi e specialità sempre differenti. Siamo pronti a dare una mano anche a tutti questi colleghi a cui chiediamo di comunicarci eventuali problemi. Il sindacato, il nostro sindacato, è anche e soprattutto questo: essere sempre presenti al fianco dei lavoratori per tutelarli diventando uno strumento utile a risolvere i piccoli e grandi problemi legati a questo difficilissimo periodo che stiamo vivendo”.