Quantcast

È online “Testa e Croce” la nuova canzone del cuneese Matteo Romano

Il giovane cantautore concorrerà con il suo nuovo pezzo in diretta su Rai Uno il prossimo 15 dicembre, nella serata di Sanremo Giovani dove proverà a conquistare uno dei due posti a disposizione delle "nuove proposte" per gareggiare con i campioni nel prossimo Festival.

Dopo diversi giorni di attesa, fomentata anche dallo stesso artista con un count-down sui propri profili social e su Spotify, è finalmente disponibile online la nuova canzone del giovane cantautore cuneese Matteo Romano, dopo lo strepitoso successo ottenuto tra il 2020 e i primi mesi del 2021 con i suoi due primi singoli “Concedimi” (doppio disco di platino) e “Casa di specchi”.

Il nuovo singolo s’intitola “Testa e Croce” e rappresenta già di per sé un punto di crescita importante per l’artista cuneese. Il prossimo 15 dicembre infatti, Matteo parteciperà, in diretta su Rai Uno nella prima serata condotta da Amadeus, a “Sanremo Giovani”, dove dodici giovani artisti si contenderanno il diritto a partecipare alla prossima kermesse della canzone italiana assieme ai “Big”, non essendo prevista per quest’anno una competizione ad hoc per le Nuove Proposte. I due vincitori della serata del 15 dicembre, dove verranno anche annunciati tutti i partecipanti al Festival, avranno diritto a cantare sul palco dell’Ariston competendo con gli artisti più “navigati”.

La canzone conferma il talento di Matteo per la scrittura, con un testo d’amore come sempre molto suggestivo e un arrangiamento tipicamente sanremese, con l’accompagnamento degli archi che la fa da padrone soprattutto nella parte del ritornello. Lo stesso artista ha rivelato dei dettagli più precisi sul singolo e sulla sua creazione attraverso i propri profili social. Ha infatti scritto: “Questo brano significa tantissimo per me, l’ho scritto circa un anno fa: il mio primo singolo, Concedimi, era appena uscito, in quel momento stavano capitando tante nuove cose e ho subito sentito il bisogno di mettermi al pianoforte e scrivere. È così che sono nati i primi versi di Testa e Croce, nella quiete di camera mia. Da lì ho poi avuto modo di continuarla in uno studio di registrazione. È stata la prima sessione della mia vita ed è stato stupendo per me poter lavorare insieme a Francesco Catitti (Katoo) e a Federica Abbate, che tengo a ringraziare tantissimo per aver colto da subito il brano, facendomi sentire capito. Sono veramente felice all’idea che ora Testa e Croce sia anche vostra, è bellissimo potervi fare conoscere questi nuovi lati di me. Questo è l’inizio di un nuovo percorso, frutto di un lavoro cominciato un anno fa proprio con questa canzone, che mi ha portato ad ascoltarmi e a crescere”.

Si può ascoltare la canzone su YouTube (a questo link) e su tutte le principali piattaforme digitali.