Quantcast

Cosa fare oggi (sabato 23 ottobre) in provincia di Cuneo

Dopo la spettacolare inaugurazione di ieri sera nel capoluogo si riaccendono le spettacolari installazioni di "Cuneo Provincia Futura". A Chiusa di Pesio si celebra "Re Marrone", a Margarita il cavolo e a Sant'Albano le lumache e le carni locali. A Bra c'è il giornalista scrittore Aldo Cazzullo, mentre a Fossano l'autunno è coloratissimo. In serata a Boves l'attesissima proiezione del film di Remo Schellino sull'uomo che per oltre 40 anni ha vissuto all'aperto e senza corrente elettrica

Gentili amici di Cuneo24, eccovi alcuni suggerimenti su come trascorrere questo sabato 23 ottobre 2021 scegliendo tra i tanti eventi che la provincia di Cuneo propone.

A Cuneo, inaugurata nella serata di ieri, si può visitare “Cuneo Provincia Futura” realizzata dall’artista Alessandro Marrazzo per la Fondazione CRC. Sei video-installazioni tra Via Roma, Piazza Virginio, il cortile di Palazzo Santa Croce, Piazza Europa e Piazza Galimberti dedicate all’esplorazione del futuro prossimo dell’umanità con riferimento a tematiche di rilevanza globale: dal cambiamento climatico al rapporto tra uomo, macchina e natura, dall’intelligenza artificiale alle conquiste spaziali, dall’ambiente alle arti. Oggi vengono accese anche le installazioni di Mondovì (Rione Piazza), Bra (piazza Caduti della Libertà) e Alba (piazza Risorgimento e piazza Ferrero). Le proiezioni sono attive dalle 19 alle 22.30.

Sempre a Cuneo la prima “tappa” di “Dante: la lingua e le arti”, il progetto di cooperazione transnazionale ideato e sviluppato dalla Fondazione Artea insieme all’Università degli Studi di Torino, all’Université Côte d’Azur di Nizza e a Sorbonne Université di Parigi, in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia a Nizza, l’Istituto Italiano di cultura di Parigi e il Comune di Cuneo, per contribuire alla valorizzazione dell’opera dantesca in occasione del settecentenario della morte del Sommo Poeta. Per partecipare è obbligatorio il Green Pass. Info: www.fondazioneartea.org.

Ancora a Cuneo inizia ilFestival dei Luoghi Comuni 2021. L’iniziativa prevede il ritorno in presenza, dopo l’edizione 2020 completamente online. La geografia e i confini sono al centro di questa terza edizione del Festival che prevede, oltre ad incontri con prestigiosi ospiti, due mostre presso le sale espositive di Palazzo Santa Croce. Info: www.festivaldeiluoghicomuni.it

Infine a Cuneo inizia Campagna Amica in festa 2021, il fine settimana ricco di eventi dedicati ai consumatori e alle famiglie che va in scena presso i Giardini Fresia (ex-zoo). Una due giorni per festeggiare e conoscere il mondo contadino nelle sue svariate declinazioni con incontri tematici, laboratori per grandi e piccini e degustazioni guidate di vini e formaggi. Info: 0171.447248 – eca.cn@coldiretti.it

A Chiusa di Pesio si inaugura l’edizione 2021 della Festa del Re Marrone. Alle 15 in piazza Cavour consegna di una pianta di marrone ai nati nell’ultimo anno, presentazione de “La Chiusana” (associazione per la valorizzazione del marrone di Chiusa di Pesio e delle castagne della Valle Pesio) e a seguire la merenda del möndaié.

A Margarita inizia la Sagra del Coj. Alle 19 l’apertura del mercatino di hobbistica e artigianato. A seguire spettacolo di ballo, cena e street food a cura della Pro Loco a base di cavolo di Margarita. Info: tel. 392.2835789.

A Fossano in piazza Dompè torna l’appuntamento con Coloratissimo Autunno 2021. L’evento riassume lo spirito rurale del fossanese: passeggiando tra gli stand si possono ammirare, gustare e acquistare i migliori prodotti del territorio. Info: tel. 0172 60160 – iatfossano@cuneoholiday.com

A Sant’Albano Stura la “Fera ed Sant’Alban a casa tua!”, sagra delle lumache e delle carni locali in versione “take away”.  Sono disponibili il menù lumache e il menù tradizione. Info e prenotazioni: tel. 338.3868477.

Serata a tema “fritto misto” con degustazione vini a Pian Munè di Paesana. Info: info@pianmune.it

Alle 18.30 all’Auditorium “G. Arpino” (piazzetta Largo della Resistenza) a Bra il giornalista e scrittore Aldo Cazzullo presenta “Il posto degli uomini” in cui l’autore percorre con una visione originale e personale il viaggio dell’Alighieri, accostandovi con destrezza e disinvoltura vicende recenti ed inserendovi anche riferimenti a personaggi attuali, confermando ancora una volta la modernità del testo della Divina Commedia. Racconta ora il Purgatorio: il luogo del «quasi», dell’attesa della felicità; che è in sé una forma di felicità. Un mondo di nostalgia ma anche di consolazione, dove il tempo che passa non avvicina alla morte ma alla salvezza. Una terra di frontiera tra l’uomo e Dio, con il fascino di una città di confine. L’appuntamento è organizzato dal Rotary Club di Bra in collaborazione con Il Comune di Bra. Green Pass obbligatorio.

Alle 16 al Museo Mallè di Dronero terzo appuntamento con “L’orecchio del Mallè”, un’iniziativa che coinvolge le famiglie con bambini, i ragazzi musici dell’I.C. di Dronero e la dimora storica di Luigi Mallé, appassionato musicofilo e già direttore dei musei civici torinesi, in una serie di appuntamenti mensili di arte e musica. Il suono della musica pensato negli ambienti della sua casa dronerese, ed eseguito da gruppi di piccoli musicisti, guidati da Luca Cerelli, Armando De Angelis, Sara Rinaudo, Alberto Savatteri e Susanna Savio, docenti di musica e arte della Scuola Media di Dronero, in abbinamento ad alcune opere, crea un giusto connubio di fruizione di alta armonia. Il focus è incentrato su Luigi Mallé (Torino, 1920-1979) e la sua passione per la musica che diviene il filo conduttore per attraversare la sua vicenda biografica e per avvicinare il pubblico delle famiglie con bambini in maniera non convenzionale alle opere della collezione del museo da lui fondato. Info: tel. 347.8878051 – museo.malle@comune.dronero.cn.it

Al Teatro parrocchiale di Bernezzo c’è “Tessere la memoria”. L’Associazione La Cevitou, capofila del progetto, propone la prima delle due giornate di parziale restituzione dei primi risultati dell’iniziativa avviata nel novembre 2020. Dopo mesi di raccolta materiale e di lavoro dietro le quinte il progetto InDiTeC: Innovazione Digitale per il Tessile Cuneese è pronto a raccontarsi al pubblico. Alle presentazioni seguiranno gli interventi di Arduino Rosso, referente del progetto, Roberta Clara Zanini, PhD in Scienze Antropologiche, Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino, Valentina Porcellana, PhD in antropologia della complessità, Dipartimento di Scienze Umane e Sociali (Università della valle d’Aosta), Anna Giulia Della Puppa e Matteo Volta, antropologi, collaboratori del Museo Ettore Guatelli (Parma); alle ore 13 è previsto il pranzo a base di prodotti tipici del territorio. Dopo una passeggiata guidata alla scoperta di Bernezzo, dalle 15 alle 18 sono in programma tavoli di lavoro e scambio tra studenti liceali e universitari, membri delle comunità del territorio, testimoni diretti, ricercatori e tecnici. Green Pass obbligatorio.

A Revello, nella corte dell’Abbazia di Staffarda, prosegue meeting sulla filiera lattiero-casearia promosso dal Parco del Monviso con l’Onaf. Dalle 10 alle 17 scoperta e degustazioni guidate dei formaggi del Parco del Monviso con i maestri assaggiatori dell’Onaf; esposizione delle produzioni lattiero-casearie del territorio e dei prodotti De.Co; vetrina delle razze bovine da latte locali. Ospite d’eccellenza il Castelmagno Dop. Al termine castagnata in amicizia.

A Savigliano va in scena il BarCamp CIELIPIEMONTESI, sotto l’ala polifunzionale di piazza del Popolo. Si tratta di un momento d’incontro tra professionisti e semplici appassionati di Astronomia e Astrofisica organizzato da Roberto Bonamico della Società Astronomica Italiana. Tra i relatori: Piero Bianucci, giornalista, e Giuseppe Racca, capoprogetto della missione Euclid per ESA. Info: tel. 333.8769382 – info@osservatorioastronomicobsa.it

Ad Alba inizia il terzo weekend Fiera del Tartufo Bianco d’Alba, mostra mercato di livello internazionale che si svolge nelle varie vie e piazze di Alba e che porta l’inebriante profumo del Tuber magnatum Pico tra le colline di Langhe, Monferrato e Roero. Quella che inizia oggi è la 91ª edizione il cui tema è ‘Connessi con la natura’. Al centro sempre l’enogastronomia, ma questa edizione è caratterizzata da una decisa svolta che tiene conto dei temi più contemporanei quali la tutela ambientale, il cambiamento climatico e la sostenibilità, intesa non solo nella sua accezione ambientale, ma declinata anche lungo le direttrici sociali ed economiche, percorrendo il sentiero delle opportunità della transizione energetica verso un’economia a emissioni zero. Info: tel. 0173.292248 – www.fieradeltartufo.org

Alle 21 all’Auditorium Borelli di Boves l’attesissima proiezione del filmGrazie al cielo”. Occasione per scoprire uno dei personaggi più curiosi e interessanti della città di Boves raccontato sul grande schermo dal regista Remo Schellino.Quella di Franco Dalmasso detto “Politica” è la storia di un uomo che ha fatto una scelta. Dal 1978 fino al 2019 ha trascorso la sua vita nei boschi di Cerati a Boves. L’acqua alla sorgente e il fuoco perennemente acceso. Senza corrente elettrica ma due piccoli pannelli solari per alimentare un telefono cellulare. Si è sistemato da solo utilizzando solo l’esterno, il cortile, il portico e il balcone dove dormiva tutto l’anno. Obbligo di mascherina e green pass. Ingresso gratuito. Info e prenotazioni (obbligatorie): tel. 0171 391834.

NB Il fatto che per alcuni eventi non sia indicata l’obbligatorietà del “Green Pass” non significa necessariamente che in quegli eventi non venga richiesto, semplicemente si tratta di un’informazione non in nostro possesso poichè non comunicataci. In caso di dubbi, consigliamo di contattare gli organizzatori per avere le necessarie informazioni al riguardo.