Quantcast

“Amor mi mosse. Dante in cammino tra Cuneo e le Alpi” tre eventi tra il 26 e il 29 ottobre

Proiezione al cinema Lanteri di Cuneo, cena dantesca al San Quintino Resort di Busca e recital pianistico al Teatro civico di Caraglio

Una proiezione della rassegna ‘Tra Inferni e Paradisi al cinema’ al cinema Lanteri di Cuneo, una cena dantesca al San Quintino Resort di Busca e un recital pianistico al Teatro civico di Caraglio all’interno della rassegna ‘Dante e la lingua d’oc’: è questo il programma per l’ultima settimana di ottobre del progetto ‘Amor mi mosse. Dante in cammino tra Cuneo e le Alpi’, guidato dal settore culturale della Fondazione Opere Diocesane Cuneesi insieme al settimanale cuneese La Guida.

Martedì 26 alle ore 21 il cinema Lanteri ospiterà la terza di quattro proiezioni di pellicole che trattano tematiche attuali legate ai grandi temi della Divina Commedia di Dante. Protagonista della serata sarà ‘Corpus Christi’, film drammatico del 2019 diretto da Jan Komasa che racconta di come la vita di un ragazzo cambia a causa di un equivoco per cui viene creduto un prete; ingresso € 6, commento e introduzione del film a cura Carlo Vallati e Roberto Dutto.

Giovedì 28 la Fondazione Opere Diocesane Cuneesi e La Guida in collaborazione con il San Quintino Resort di Busca propongono ‘Della dannosa colpa della gola’, una singolare cena a tema con racconti e letture dantesche e non solo. Com’è noto, Dante riteneva il vizio della gola peccaminoso e punibile con supplizi cruenti, ma era davvero così intransigente verso chi si lasciava sedurre da goduriosi manicaretti e, soprattutto, ha mai ceduto alle colpe della gola? Al San Quintino Resort dalle ore 20 i commensali compiranno un duplice viaggio, con le papille gustative e letterario: lo chef Enrico Zanirato e la sua brigata interpreteranno in chiave moderna alcune ricette del XIV secolo, epoca chiave dal punto di vista culinario, mentre l’attrice Claudia Ferrari e la scrittrice e giornalista Paola Gula racconteranno la ‘dannosa colpa della gola’ attraverso interventi e letture della Divina Commedia e di altri celebri scritti medievali. Quota di partecipazione € 40 vini esclusi; prenotazione obbligatoria entro martedì 26 ai numeri 0171.933743 o 348.3058350 o via mail a sanquintinoresort@libero.it.

Le proposte dell’ultima settimana di ottobre targate ‘Amor mi mosse’ si concluderanno venerdì 29 con il secondo appuntamento del mese della rassegna ‘Dante e la lingua d’oc’, un recital pianistico promosso dall’Unione Montana Valle Grana in collaborazione con Espaci Occitan presso il Teatro civico di Caraglio. Fulcro del recital, con inizio alle ore 21, sarà la cosiddetta ‘Dante sonata’, composizione di Liszt dal titolo originale ‘Après une lecture de Dante’, che il grande autore scrisse nel 1849 ispirandosi alla lettura della Divina Commedia. Il brano è diviso in due temi principali; il primo, in Re minore, rappresenta il lamento delle anime all’inferno; il secondo tema, un corale in Fa diesis maggiore, rappresenta la gioia delle anime beate. In apertura verrà eseguita l’opera 6 delle Davidsbündlertänze di Robert Schumann. Ingresso libero, prenotazione obbligatoria a Espaci Occitan (0171.904075; segreteria@espaci-occitan.org).

Il calendario delle iniziative di ‘Amor mi mosse. Dante in cammino tra Cuneo e le Alpi’, aggiornato costantemente con tutti i dettagli e i link per le prenotazioni, è disponibile sul sito web del progetto; ove non diversamente indicato le attività sono a partecipazione gratuita su prenotazione obbligatoria.