Quantcast

Prorogato fino al 30 settembre l’accesso diretto ai vaccini in tutta la Provincia

In tutti i poli vaccinali sotto la giurisdizione dell'ASL CN1 resta la priorità agli over 60, al personale scolastico e ai ragazzi tra i 12 e i 19 anni, ma tutti potranno ricevere una dose di vaccino.

È stata prorogata fino al 30 settembre la possibilità di accedere direttamente alle vaccinazioni contro il Covid-19 per i cittadini cuneesi e di buona parte della Provincia. In tutti i poli vaccinali sotto la giurisdizione dell’ASL CN1, infatti, ci si potrà presentare ogni giorno dalle 8.30 alle 18.30, senza prenotazione e ricevere la propria dose di vaccino.

Nella fattispecie, i centri vaccinali coinvolti nell’iniziativa sono: CROSA’ NEIRA – Piazza Misericordia – Savigliano, PALACRS presso il Foro Boario – Via Don G. Soleri – Saluzzo, MOVICENTRO – Tendostruttura – Corso Monviso – Cuneo, EX OFFICINE BERTELLO – Via Vittorio Veneto, 19 – Borgo San Dalmazzo, VALAUTO – Via Torino, 77 – Mondov,  SITO PROTEZIONE CIVILE – Via Granatieri di Sardegna, 1 – Fossano. Leggermente diverso il discorso per quanto riguarda il Presidio Ospedaliero di Ceva, dove ci si potrà presentare soltanto dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 13.

Verrà data la priorità agli over 60, ai dipendenti scolastici e ai ragazzi di età compresa tra i 12 e i 19 anni. I minorenni dovranno essere accompagnati da almeno un genitore o dal tutore munito di autocertificazione di responsabilità genitoriale e consenso alla vaccinazione per il minore.