Quantcast

Due milioni di euro per i lavori di sistemazione del ponte “del Ciadel” di Borgo San Dalmazzo

Il Presidente della Provincia Federico Borgna ha approvato nei giorni scorsi il progetto per la messa in sicurezza del caratteristico ponte di ferro che unisce Borgo San Dalmazzo con Boves e Roccavione.

Con un decreto del presidente Federico Borgna la Provincia ha approvato nei giorni scorsi il progetto definitivo per la messa in sicurezza, strutturale, sismica e idraulica del ponte in ferro detto “del Ciadel” della strada provinciale 21 tra Fontanelle di Boves e Roccavione. L’intervento per il ponte sul torrente Gesso, nel comune di Borgo San Dalmazzo, costerà complessivamente 2.000.000 di euro di cui 1.320.000 euro per lavori (compresi oneri della sicurezza) e 680.000 euro per somme a disposizione dell’amministrazione, finanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Le opere in progetto prevedono il restauro conservativo dell’infrastruttura a seguito di “svaro” della stessa dalla sede attuale. Al contempo si opererà sulla struttura metallica portante in modo da mantenere il transito veicolare limitato in massa, nel rispetto dei parametri di sicurezza sismica strutturale definiti dalla normativa strutturale vigente. Gli interventi previsti sulla parte strutturali in vista sono stati calibrati nel pieno rispetto dei caratteri strutturali originari. Il progetto propone infine un nuovo colore compatibile con i caratteri originali del ponte.

L’operazione di sistemazione dell’infrastruttura prevede interventi di rispristino, rinforzo e restauro del manufatto, per rispondere alle esigenze di transitabilità, sicurezza strutturale e sismica, ma anche di durata, nell’inserimetno paesaggistico e di conservazione del bene di interesse storico. Nel dettaglio saranno demoliti parapetto, pavimentazione e soletta esistenti e sarà allestito un cantiere in alveo. È previsto il sollevamento dell’impalcato tramite martinetti, il posizionamento dei rulli e del sistema di ammortizzazione, la demolizione degli appoggi strutturali e dei muri para-ghiaia esistenti e l’abbassamento del ponte con appoggio su rulli. Poi, sul lato Borgo San Dalmazzo, si provvederà allo spianamento dell’area di cantiere, la realizzazione basamenti e rulli, svaro ponte e posizionamento nell’area di cantiere. Quindi sabbiatura della struttura metallica, saldatura e montaggio rinforzi locali e globali, verniciatura del manufatto, realizzazione di cortine di micropali e scogliere per rinforzo spalle, interventi di rinforzo spalle con chiodature, posizionamento nuovi appoggi strutturali, varo del ponte nella posizione finale, nuovi muri para-ghiaia, soletta e pavimentazione stradale, montaggio parapetto. Responsabile del procedimento dell’intervento è l’ingegnere della Provincia Simone Nicola, funzionario tecnico del Settore Viabilità/Reparti di Cuneo e Saluzzo, mentre la progettazione è stata affidata all’ingegnere Alberto Andrea dello studio tecnico Lga Engineering di Savigliano.