Quantcast

Cuneo, “Le guarattelle di Pulcinella” portano in scena lo spettacolo tradizionale di burattini napoletani

Mercoledì 28 luglio alle ore 17,30 nel Cortile della Biblioteca 0-18 di Palazzo Santa Croce a Cuneo

Mercoledì 28 luglio 2021 alle ore 17,30, presso il Cortile della Biblioteca 0-18 di Palazzo Santa Croce a Cuneo (Via Santa Maria, 11), Gianluca Di Matteo porta in scena lo spettacolo tradizionale di burattini napoletani “Le guaratelle di Pulcinella”. L’evento, consigliato per bambini dai 4 agli 8 anni, si inserisce nella rassegna estiva di teatro all’aperto per bambini e ragazzi “Incanti in città”, organizzata dalla Compagnia il Melarancio, in partenariato con il Comune di Cuneo e la Biblioteca 0-18, con il sostegno della Fondazione CRC e in collaborazione con Piemonte dal Vivo. Tutti gli spettacoli in cartellone sono rivolti sia agli spettatori che abitano in città, sia ai turisti di passaggio a Cuneo o alle famiglie in vacanza nelle nostre montagne. In caso di maltempo, lo spettacolo si svolgerà sotto la Tettoia di Piazza Virginio a Cuneo. Per maggiori informazioni scrivere a biglietteria@melarancio.com o telefonare allo 0171/699971 o al 347/9844570 o consultare il sito www.melarancio.com.

“Le guarattelle di Pulcinella” è uno spettacolo pieno di vita e con un ritmo travolgente, che riprende una parola del dialetto napoletano la cui traduzione in italiano  può essere quella di “una situazione che seppur molto semplice si riesce a rendere molto ingarbugliata”, utilizzata nel lessico quotidiano quando goffamente ci si perde anche nelle situazioni più banali. In teatro le guarattelle sono gli spettacoli tradizionali dei burattini napoletani, antichi canovacci risalenti al 1600 nei quali Pulcinella si incontra e si scontra con le figure tipiche del teatro popolare: il prepotente, il cane feroce, il boia, la morte, etc. dando vita a un conflitto sempre divertente, irriverente, catartico e inarrestabile. Dopo secoli che questo spettacolo si tramanda  girando tutto il mondo sulle braccia dei burattinai, da 21 anni Gianluca Di Matteo lo presenta nel suo teatrino. Se tutti sanno chi è Pulcinella, pochi conoscono la sua voce quando fa lo spettacolo di burattini: una voce magica e potente che ricorda il verso di una papera e che si tramanda con una antica e misteriosa tecnica dal maestro al suo allievo.

Formatosi alla scuola napoletana del teatro di burattini, Gianluca Di Matteo lavora tanto all’estero, è ospite dei festival di burattini e dei teatri specializzati in teatro di figura, collabora con gli Istituti Italiani di Cultura e conduce laboratori teorici e pratici sull’arte delle guarattelle e sul teatro d’ombre. Inoltre costruisce  scenografie per la sua e per altre compagnie, lavora come macchinista teatrale e i suoi burattini scolpiti in legno sono esposti al Center for Puppetry Arts of Atlanta e al Puppentheatermuseum (Vorchten, Olanda). L’esperienza maturata gli ha permesso di collaborare con il Teatro Stabile di Torino per il progetto Défilé.Per partecipare allo spettacolo è necessario prenotarsi ed acquistare un biglietto dal prezzo di 3 euro (gratuito sotto i 3 anni), essendo i posti contingentati per il rispetto delle misure di prevenzione del Covid e a motivo dei costi legati al rispetto delle norme di sicurezza sanitaria. I biglietti saranno acquistabili in prevendita a partire dalla settimana che precede lo spettacolo recandosi di persona presso l’Officina delle nuove generazioni – Compagnia Il Melarancio, in piazzetta del Teatro 1 a Cuneo (aperta dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle 15,30). Oppure inviando una e-mail a biglietteria@melarancio.com, specificando il numero di biglietti, gli omaggi desiderati, nome, cognome e numero di telefono del richiedente: in seguito riceverete un’ e-mail di conferma dell’avvenuta riserva dei biglietti richiesti e le procedure per il pagamento tramite Satispay o Bonifico. Infine al botteghino a partire da 45 minuti prima dello spettacolo. La prevendita non consente la scelta del posto e i biglietti prenotati sono disponibili al botteghino a partire da 45 minuti prima dello spettacolo. Considerati i tempi necessari all’accoglienza del pubblico, nel rispetto delle misure di prevenzione sanitaria, si raccomanda di arrivare con largo anticipo: l’accesso all’area sarà consentito a partire da 45 minuti prima dell’inizio dello spettacolo.