Quantcast

Busca, come si può salvare una vita grazie al progetto “Città cardioprotetta”

Grazie al progetto Busca città cardioprotetta, è più facile qui seguire un corso per imparare le manovre salvavita e avere accesso a un Dae. L'esempio che giunge dagli Europei di calcio

Sabato scorso di fronte alla tv, per la partita di calcio del Campionato Europeo in cui il calciatore Eriksen della Danimarca ha avuto un grave malore, in tanti hanno potuto constatare che un defibrillatore a portata di mano e un corretto massaggio cardiaco possono salvare la vita.
Grazie al progetto Città cardioprotetta del Comune con la Croce Rossa Italiana – Busca, tutti in città a possono fare un corso di rianimazione cardiopolmonare e avere a diposizione una fitta rete dei Dae (defibrillatore automatico esterno). Il prossimo corso è organizzato per lunedì 21 giugno alle ore 20 nella sede della Cri.