Quantcast

Rapina gioielleria Grinzane, le indagini: “colpi mortali esplosi fuori dal negozio”

Il procuratore Alberto Perduca: "Allorché i rapinatori si davano fuga sulla pubblica via, il gioielliere con l’arma colpiva in successione Alessandro Modica alla gamba destra, ferendolo, nonché Andrea Spinelli al fianco destro e Giuseppe Mazzarino alle spalle, ciascuno attinto al cuore da un proiettile che ne cagionava la morte"

In merito alla tentata rapina alla gioielleria Roggero avvenuta intorno alle 18.45 del 28 aprile scorso a Grinzane Cavour e conclusasi con la morte di due aggressori, la Procura di Asti segnala che all’esito delle indagini sin qui compiute i colpi di pistola che hanno ucciso due rapinatori e ferito il terzo rapinatore risultano esser stati tutti sparati all’esterno del negozio.

“In particolare – si legge in una nota firmata dal Procutarore Alberto Perduca – allorché i rapinatori si davano fuga sulla pubblica via, il gioielliere con l’arma colpiva in successione Alessandro Modica alla gamba destra – ferendolo nonché Andrea Spinelli al fianco destro e Giuseppe Mazzarino alle spalle – ciascuno attinto al cuore da un proiettile che ne cagionava la morte”.

“L’Ufficio – si legge ancora – prosegue gli accertamenti avvalendosi del Comando Compagnia Carabinieri di Alba e dei consulenti medico-legale e balistico. Alla conclusione, una volta ricostruito il fatto in modo completo provvederà alla sua conforme qualificazione giuridica ed alle conseguenti determinazioni”.