Quantcast

“Preveniamo gli eventi alluvionali”: le proposte dell’Assemblada Occitana Valades

"Dobbiamo essere consapevoli che gli eventi estremi aumenteranno negli anni a causa dei cambiamenti climatici"

Scrive l’Assemblada Occitana Valades.

Noi de l’Assemblada Occitana Valades ci siamo interrogati su cosa si potrebbe fare per evitare eventi catastrofici come l’alluvione del 2 ottobre in Valle Roya o la catastrofica alluvione del 1994 del Tanaro.
È innanzitutto fondamentale il rispetto delle disposizioni delle autorità competenti (la maggior parte dei decessi avviene per imprudenze). È al contempo fondamentale evitare di cementificare gli argini dei fiumi.
Proponiamo quindi un’immediata demolizione delle abitazioni (o dei capannoni) entro il limite di scorrimento dei torrenti.
Siamo fermamente convinti che sia necessario anche affidare ai comuni la possibilità di concedere le pulizie dai tronchi gli alvei dei fiumi ai privati cittadini.
Dobbiamo essere consapevoli che gli eventi estremi aumenteranno negli anni a causa dei cambiamenti climatici.
Serve un piano straordinario di investimenti per consentire la pulizia dei fiumi con la rimozione dei detriti. Ma sopratutto serve una diversa coscienza verso l’ambiente che non ci consente più sottovalutare o minimizzare nostre scelte edificatorie che di fatto snaturano l”ambiente. E il Pianeta ce lo sta ricordando…
L’Assemblada Occitana Valades, dalla parte degli Occitani, sempre…