Quantcast

Busca, percorso naturalistico nell’area fluviale, ora si può partire con la realizzazione

Grazie al co-finanziamento del Gal (gruppo di azione locale) Tradizione delle Terre Occitane

In seguito alla partecipazione al bando per progetti di riqualificazione del patrimonio paesaggistico, il Comune ha ottenuto dal Gal Tradizione delle Terre Occitane il finanziamento pari all’80% dell’investimento per la realizzazione  del percorso naturalistico dell’area fluviale compresa tra il canale e il torrente Maira. Il contributo è di 66.161 euro, mentre il costo previso è di  82.702 euro:  la differenza è a carico del Comune.

Il progetto è uno dei punti importanti  del nostro programma elettorale – fa notare il sindaco Marco Gallo -. Ancora una volta vediamo premiato il nostro impegno nella ricerca di opportunità di finanziamento in base a idee e progettualità opportune convincenti”.

“Il recupero – spiega l’assessore Ezio Donadio  – e la valorizzazione del percorso e dell’area verde fluviale concerne il tratto, lungo circa cinquecento metri, compreso tra la confluenza del rio Talut con il torrente Maira e la strada comunale in via Villafalletto, tra piazza Giovanni Paolo II e i pressi del cimitero,  e mette in comunicazione rapida il centro cittadino con l’immediata periferia. Realizzeremo un percorso in sicurezza, con staccionata e ponticello sul canale, arredo, posa del verde e aree di sosta, lungo l’area fluviale da mettere a disposizione di tutti per passeggiate a piedi e in bici”

L’idea  fa parte di un progetto più ampio che il Comune sta portando avanti per la valorizzazione del territorio comunale sia dal punto di vista ambientale, sia di  miglioramento della qualità della vita dei residenti, tramite nuovi percorsi ciclo-pedonali di pianura, collina e montagna, in collaborazione con i comuni limitrofi e anche insieme con realtà e associazioni locali.