Quantcast

Trasferimento di alcune strade provinciali alla gestione Anas

Un centinaio di km passeranno all’ente statale, tra questi anche il viadotto Soleri di Cuneo

Sarà formalizzato giovedì 15 aprile il piano di trasferimento di alcune decine di strade dalla Regione e dalle Province piemontesi all’Anas, per un totale di circa 900 km che porteranno ad un raddoppio del patrimonio viario dell’ente statale in Piemonte. Per la Provincia di Cuneo si tratta di un passaggio di un centinaio di km, ma restano di sua competenza circa 3.200 km di strade.

Tra pochi giorni passeranno quindi a gestione statale oltre 35 km della strada statale 20 del colle di Tenda (da Torino a Cuneo, passando per Racconigi e Savigliano, mentre da Cuneo a Limone la statale 20 è da anni già a gestione Anas), poi 15 km dalla statale 28 da Garessio al confine con la Liguria, un lungo tratto dalla sp 589 di Laghi di Avigliana (da Pinerolo a Saluzzo) e ancora tratti sulla 662 Saluzzo- Savigliano, la variante Est all’abitato di Racconigi, la tangenziale Est di Saluzzo, dalla rotatoria Est-Ovest della Bovesana fino alla rotatoria di Stella del Mattino e ancora oltre verso Borgo San Dalmazzo fino all’innesto con la sp 259 verso Roccavione, oltre a quattro km della sp 428 tra Genola e Fossano. Nel passaggio dovrebbe esserci anche il viadotto Soleri a Cuneo rispetto al quale la Provincia ha approvato un importante progetto di fattibilità dei lavori di sistemazione dell’impalcato e di rinforzo strutturale e sismico del viadotto, con fondi dei ministeri di Trasporti e Finanze. L’operazione di messa in sicurezza per circa 11 milioni di euro dovrebbe essere ceduta all’Anas.