Quantcast

Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese, al via uno spazio di ascolto e supporto “Ascolto Alzheimer”

La sede dello spazio “Ascolto Alzheimer” si trova presso la Residenza “Mater Amabilis Centro” in C.so Brunet, 8 a Cuneo

In Italia, ci sono circa 1 milione 250 mila persone affette da demenza, di cui oltre la metà con il morbo di Alzheimer: la malattia richiede un notevole impegno alla famiglia della persona malata, sia a livello assistenziale, sia a livello emotivo e relazionale, con frequenti conseguenze negative sulla salute mentale e fisica e sulla qualità delle relazioni di chi si occupa del malato. Per provare a offrire un supporto ai familiari delle persone malate di Alzhimer, il Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese ha deciso di attivare uno spazio di ascolto e supporto, per affrontare le difficoltà psico-emotive dei careviger, per confrontarsi sulla gestione delle diverse fasi della malattia, per dare consigli pratici sugli adattamenti del contesto abitativo, per suggerire come comunicare e gestire i disturbi del comportamento.

La spazio “Ascolto Alzheimer” è raggiungibile al numero 349.7943115 ed è attivo il martedì e il venerdì dalle 9 alle 12; negli altri orari e durante il fine settimana è possibile lasciare un messaggio per essere richiamati oppure inviare una mail all’indirizzo pietro.piumetti@csac-cn.it.

La sede dello spazio “Ascolto Alzheimer” si trova presso la Residenza “Mater Amabilis Centro”, in C.so Brunet, 8 a Cuneo, dove potranno svolgersi anche incontri in presenza al termine dell’emergenza epidemiologica. Il servizio è realizzato dal dr. Pietro Piumetti, psicologo psicoterapeuta del Consorzio, con esperienza nella gestione delle persone anziane con decadimento cognitivo e nel supporto ai familiari e caregiver, ed è svolto in collaborazione con l’Unità di valutazione geriatrica dell’ASLCN1 e gli servizi Consorzio, di assistenza domiciliare, di segretariato sociale, di inserimento nel Nucleo Alzheimer Temporaneo (NAT) presente presso la Residenza Mater Amabilis Centro e presso altre RSA, di auto mutuo aiuto e di formazione/informazione sui temi dell’educazione alla salute.

Il servizio, completamente gratuito per le famiglie residenti sul territorio del Consorzio, è patrocinato dal Distretto Sud Ovest dell’ASL CN1, dall’ASO Santa Croce e Carle di Cuneo (in particolare dal Centro per i disturbi cognitivi e le demenze della Geriatria), dall’Associazione provinciale cuneese Case di riposo pubbliche e private, dall’Associazione Italiana Malattia di Alzheimer e dall’ANAP Confartigianato di Cuneo.

“Siamo lieti di poter mettere a disposizione un nuovo servizio, che integra quelli già esistenti, a disposizione delle famiglie che si trovano a dover gestire una persona affetta dal morbo di Alzheimer, e spesso vivono una prima fase di disorientamento e solitudine, in cui anche solamente una chiacchierata o uno sfogo possono rappresentare un grande supporto – dichiarano dal Consorzio il Presidente Giancarlo Arneodo e il Direttore Giulia Manassero.

L’intento è di poter sempre di più offrire un servizio specialistico che accompagni nelle diverse fasi della malattia le persone, a casa finché ve ne sono le condizioni, e presso la struttura del Mater Amabilis Centro quando c’è bisogno di una assistenza più specializzata. Ringraziamo il dott. Piumetti per la passione con cui ha intrapreso questo nuovo percorso e i partner che hanno voluto essere a fianco del Consorzio, per dare una risposta concreta alle famiglie, in sinergia con gli altri servizi offerti sul territorio”