Quantcast

UFFICIALE – Lo skate park di Mondovì nascerà nei giardini della stazione ferroviaria

Sarà realizzata una platea su cui saranno posati alcuni ostacoli (barre, gradini e simili), che consentiranno agli skaters di fare acrobazie

Ufficiale: lo skate park di Mondovì, verrà installato nel cuore dei grandi giardini della stazione ferroviaria del rione Altipiano.

I tecnici comunali hanno concluso le valutazioni sulla fattibilità dell’opera e superato così gli altri siti in ballo e l’amministrazione ha optato per questa soluzione, unica percorribile, seguendo le indicazioni tecniche.

Il sindaco, Paolo Adriano, afferma: “La filosofia è analoga a quella che ha ispirato gli interventi, ad esempio nei giardini ‘della Cornice’, dove l’amministrazione ha fatto installare una palestra all’aperto di calisthenics per dare nuova vita a un’area dimenticata e problematica. Così, divenendo un luogo frequentato da giovani sportivi, anche i giardini della stazione Fs non potranno che beneficiarne”.

Erika Chiecchio, assessore al verde pubblico, gli fa eco: “La realizzazione di uno skate park pubblico, ad utilizzo gratuito, viene incontro alle tante richieste ricevute, affinché i ragazzi possano godere di uno spazio dedicato e nel contempo riqualificare un altro polmone verde di Mondovì, dopo la Cornice, i giardini di via Ortigara e corso Italia che ospiteranno anche i giochi inclusivi”.

“L’intervento ha una valenza sociale importante – ha concluso Luca Robaldo, assessore alle Politiche giovanili –, che è sottolineata dal momento attuale in cui praticare sport in spazi aperti è una opportunità particolarmente sentita”.

Perché la scelta è ricaduta proprio sui giardini della stazione? L’area alberata tra piazza Franco Centro e Largo Campana non solo ha dimensioni adeguate, ma risponde alla duplice esigenza di essere baricentrica e non prossima alle abitazioni, ma più schermata dalle piante. Non solo: centrale nella decisione è stata la volontà di riqualificare quella zona verde, facendone un centro di attività sportive e ricreative per i più giovani.

Scartata, invece, l’opzione Ravanet, area a rischio esondazione fluviale. Tecnicamente, nei giardini della stazione sarà realizzata una platea su cui saranno posati alcuni ostacoli (barre, gradini e simili) che consentiranno agli skaters di fare acrobazie. A Briaglia esiste già un’installazione dedicata, sebbene diversa da quella che sarà attivata a Mondovì.