Quantcast

Quel gioiello musicale dell’organo nella Confraternita di Peveragno

Su Zoom una serata con il dottor Francesco Bigotti, musicologo e cultore di organologia e storia dell’arte organaria sarà il protagonista dell’incontro organizzato dall’Associazione Culturale Il Ricetto in collaborazione con la Biblioteca Civica e con il patrocinio del Comune di Peveragno

Venerdì 26 marzo alle ore 20,30, su piattaforma Zoom, il Dott. Francesco Bigotti, musicologo e cultore di organologia e storia dell’arte organaria sarà il protagonista dell’incontro organizzato dall’Associazione Culturale Il Ricetto in collaborazione con la Biblioteca Civica e con il patrocinio del Comune di Peveragno. Il Dott. Bigotti presenterà il suo studio sull’organo della Confraternita di San Pietro in Vincoli, recentemente pubblicato sul numero 163 (2° semestre 2020) del Bollettino della Società per gli Studi Storici, Archeologici ed Artistici della provincia di Cuneo.

Oltre a descrivere le caratteristiche tecniche dello strumento attraverso un’interessante presentazione arricchita da belle fotografie, l’esperto musicologo racconterà quando è stato costruito l’organo della Confraternita, chi era l’organaro che l’ha realizzato, qual è stata la sua storia nei secoli.

Obiettivo della serata è far conoscere o riscoprire questo gioiello musicale alla comunità peveragnese perché come scrive il Dott. Bigotti nel suo studio “un organo non è soltanto fede, non è unicamente uno “strumento” (nel senso più lato della parola) progettato e costruito per produrre, elaborare e porgere ai fedeli/ascoltatori materiale musicale di più o meno elevato valore intrinseco: esso è innanzitutto un pezzo di storia, un importante tassello di vita vissuta, un supporto di memoria che in qualche modo racchiude e custodisce gioie, dolori, ambizioni, sogni, entusiasmi della piccola comunità da cui è stato voluto e di cui da sempre ha fatto parte”.

La serata si concluderà con un momento di confronto e dibattito con musicisti, musicologi e insegnanti di musica invitati a partecipare.