Quantcast

“Presto pronto soccorso e ospedali piemontesi nuovamente al collasso”

L'allarme di ANAAO Assomed Piemonte: "l'ennesima sospensione delle visite ambulatoriali non urgenti per ridistribuire il personale e destinarlo all'assistenza dei pazienti Covid positivi è solo l'inizio del tentativo di gestire la terza ondata

Scrive ANAAO Assomed Piemonte.

“La rimodulazione/conversione dei blocchi operatori e reparti di degenza disposto ieri dal D.I.R.M.E.I. è indicativo della sofferenza degli ospedali, che andrà inevitabilmente a peggiorare nei prossimi giorni. L’ennesima sospensione delle visite ambulatoriali non urgenti per ridistribuire il personale e destinarlo all’assistenza dei pazienti Covid positivi è solo l’inizio del tentativo di gestire la terza ondata: a breve pronto soccorso ed ospedali saranno nuovamente al collasso.

Sono ancora vive le penose immagini dei letti allestiti nella chiesa dell’Ospedale San Luigi di Orbassano. Si chiede pertanto l’urgente riapertura dell’ospedale temporaneo Valentino del Padiglione V di Torino Esposizione, per riuscire ad assistere tutti i pazienti che a brevissimo non troveranno adeguata sistemazione negli ospedali.

Si sottolinea infine come l’unica soluzione indicata dal D.I.R.M.E.I. sia di nuovo destinare tutti i medici ospedalieri alla gestione dei pazienti Covid positivi, rimandando ancora le visite ed interventi degli altri malati cronici: quando la pandemia Covid sarà sotto controllo, il Sistema Sanitario dovrà affrontare il dramma delle patologie non Covid trascurate, peggiorate o non diagnosticate in tempo”.