Quantcast

Cuneo, “Pasti sospesi” per la Pediatria del S. Croce

Da Cuneo Granda Volley e “La Favola di Marco”

Cuneo. Consegnati oggi nelle di Eleonora Tappi, direttore della Pediatria dell’azienda ospedaliera S. Croce e Carle di Cuneo, 375 buoni pasto per i genitori di bambini ricoverati in reparto.

Il progetto “i pasti sospesi” è frutto della collaborazione tra Cuneo Granda Volley e l’associazione “La Favola di Marco 1q41.12 onlus”. L’idea è nata dall’urgenza avvertita dai fondatori dell’associazione Silvia Errico e Ciro Chiaro, spesso in ospedale per assistere il loro Marco, affetto da una grave malattia genetica ad oggi unico caso al mondo, di offrire alle mamme e ai papà di bambini ospedalizzati un aiuto concreto per far fronte a una necessità che, da un anno è questa parte, è diventata ancora più di difficile risoluzione.

Cuneo Granda Volley ha accolto con entusiasmo la proposta dell’associazione “La Favola di Marco 1q41.12 ONLUS”, stanziando a favore del progetto un contributo che è andato a integrare il ricavato della vendita delle Christmas Box 2020.

Spiega la dottoressa Tappi: “I genitori di Marco e fondatori della Onlus La Favola di Marco, insieme alle atlete del Cuneo Granda Volley, sono riusciti nel progetto di donare dei “pasti sospesi” ai genitori/caregivers di bambini ricoverati presso la nostra Pediatria”.

I buoni potranno essere offerti a genitori con difficili problemi organizzativi (bambini piccoli o gravi, che non possono essere lasciati soli mentre il genitore scende agli sportelli a pagare il pasto), genitori di bambini dimessi nei giorni festivi, quando le casse non sono aperte ed è difficile immaginare che possano tornare nei giorni successivi solo per pagare il pasto, genitori in difficoltà economica, nei ricoveri prolungati potremmo offrire un pasto domenicale al familiare.