Quantcast

“Una svolta per Ceva” si oppone all’uscita di Garessio dall’Unione Montana Alta Val Tanaro

Il gruppo consiliare cebano punta all'istituzione di un ente unico che comprenda l'intero territorio

Il gruppo consiliare “Una Svolta per Ceva” comunica di avere riflettuto molto sull’uscita dall’Unione Montana dell’Alta Val Tanaro del Comune di Garessio.

“Rispettiamo le scelte del sindaco Fazio, che rappresenta la propria comunità con impegno e impostando la propria linea politica – esordiscono dalla minoranza cebana –. Non possiamo, però, esimerci dal riflettere su quanto accaduto, in un periodo, come quello che stiamo vivendo, in cui fare squadra è la scelta migliore da portare avanti e per cui riflettere su quanto accade in un intero territorio, quello della val Tanaro e del Cebano, è un atto di responsabilità”.

“La nostra azione – proseguono – vuole andare oltre ai campanilismi e, per questo motivo, porteremo il dibattito nel Consiglio dell’Unione Montana delle Valli Mongia Cevetta Langa Cebana Alta Val Bormida, attraverso il nostro rappresentante in seno all’assemblea, Andrea Ferro, per ragionare su quanto sta succedendo intorno a noi e financo arrivare a discutere sull’eventualità di arrivare a una sola Unione Montana che coinvolga il nostro territorio, al fine di intercettare maggiormente i fondi che a tali enti sono destinati, sempre con l’intento di favorire il bene comune dei cittadini che vivono in queste valli”.