Quantcast

Milano-Sanremo, sfuma il bis in val Tanaro: la Classicissima torna nel Savonese

Nonostante il successo dell'edizione numero 111 della corsa, andata in scena ad agosto con il passaggio del gruppo sulla statale 28 del Colle di Nava, gli organizzatori hanno scelto di ritornare al percorso originale

Dopo il successo di pubblico (rigorosamente distanziato) dello scorso agosto e i convinti apprezzamenti da parte di ciclisti ed esperti (ct Davide Cassani incluso), in molti erano convinti che anche l’edizione numero 112 della Milano-Sanremo avrebbe fatto ritorno in val Tanaro, per approdare poi nell’Imperiese attraverso il Colle di Nava.

Così, invece, non sarà: sabato 20 marzo 2021 la Classicissima di primavera tornerà a seguire il suo percorso tradizionale, eccezion fatta per il Passo del Turchino, non percorribile per via di una frana. Si transiterà quindi dalla salita di Colle di Giovo, per poi scendere sull’Aurelia ad Albisola e fare gli ultimi 112 chilometri che da sempre contraddistinguono la corsa, con il passaggio sui tre Capi prima di Cipressa e Poggio e arrivo in via Roma. La misurazione totale del percorso sarà di 299 chilometri.

Cuneese tagliato fuori ,pertanto, con Paolo Bellino, amministratore delegato e direttore generale di RCS Sport, che ha asserito: “La scorsa edizione della Milano-Sanremo è stata disputata in una data insolita e su un percorso inedito. I risultati sono stati molto positivi da un punto di vista agonistico e da un punto di vista mediatico e di seguito di pubblico. Questa esperienza ci ha fatto capire una volta di più l’interesse che ruota intorno alla Classicissima di primavera e l’attesa con cui i tifosi di tutto il mondo aspettano questo appuntamento. Quest’anno con Regione Liguria abbiamo quindi deciso di riportare la Milano-Sanremo sul suo percorso classico”.