Quantcast

JUDICI e Molinoir hanno la “Poker face”: Lady Gaga approva la versione del suo singolo realizzata dai monregalesi con Bright Lights foto

Venerdì 26 febbraio sarà ufficialmente disponibile su tutte le piattaforme digitali la versione di "Poker Face" elaborata dal duo di dj e producer monregalesi insieme alla cantante statunitense Bright Lights

“Memento audere semper”, asseriva il vate Gabriel D’Annunzio. Un motto che JUDICI e Molinoir, duo di producer e dj monregalesi, ha fatto proprio, aggiudicandosi la partita con un tris d’assi calato sul tavolo con un’imperscrutabile… “Poker face”.

Insieme alla cantante statunitense Bright Lights, JUDICI e Molinoir si candidano infatti a recitare il ruolo di protagonisti della scena della musica dance e non solo: con la benedizione dell’entourage di Lady Gaga e sotto l’egida dell’etichetta Thrive Music, dipartimento dance della celebre Capitol Records, venerdì 26 febbraio 2021 sarà ufficialmente disponibile su tutte le piattaforme digitali la loro versione di “Poker Face” (QUI IL LINK PRE-SAVE), reinterpretata vocalmente dall’artista a stelle e strisce e ripensata in termini di sound design, mixing e mastering dai due dj e producer monregalesi (recentemente entrati nella top 100 dei produttori italiani), con il contributo di Matteo Bruno del “Groove Eater Studio”.

Peraltro – nota a margine -, la canzone è stata già sottoposta all’ascolto di Luca Pretolesi (6 Grammy nominations), Robin Reumers (vincitore Grammy 2020) e Alberto Rizzo Schettino (FuseroomStudio Berlino) e i feedback ottenuti sono stati oltremodo positivi, a testimonianza della bontà dell’operato svolto.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI: JUDICI. JUDICI, all’anagrafe Gabriele Giudici, racconta così la genesi del singolo: “Non volevamo fare una semplice cover in cui si cerca di dare un vestito aggiornato ad un brano del passato, abbiamo cercato di farci ispirare dalla traccia originale provando a creare qualcosa di nuovo. La linea vocale è quella di ‘Poker Face’, l’instrumental, a parte il synth che ricorda una chitarra, molto iconico, è completamente inedito”. La scelta della canzone da reinterpretare, peraltro, non è stata figlia del caso: “Abbiamo scelto ‘Poker Face’ perché è stato un brano che ha segnato fortemente il nostro percorso nel mondo della musica. Personalmente, rammento nitidamente la reazione tiepida della pista quando lo proposi per la primissima volta e quella, invece, letteralmente infuocata nelle settimane successive, quando il brano entrò in heavy rotation nelle radio”. “Il brano – prosegue JUDICI – è stato pensato e scritto durante il primo lockdown primaverile 2020. Lavorare a
distanza è stato sicuramente più complicato rispetto alla possibilità di ritrovarci insieme in studio, però, in questo caso, è scattata la scintilla, quella che la nostra amica Bright Lights chiama ‘the magic’, e la scrittura e le registrazioni delle parti si sono sviluppate in maniera molto naturale”.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI: MOLINOIR. Molinoir, all’anagrafe Fabrizio Molineri, non ha nascosto la propria soddisfazione: “Siamo molto felici di questo risultato. Riuscire a ottenere l’autorizzazione per la cover direttamente dal team di Lady Gaga è motivo di grande soddisfazione e orgoglio. Sapevamo che re-interpretare una hit mondiale come ‘Poker Face’ sarebbe stato un progetto ambizioso e sicuramente rischioso. Ci siamo sentiti fare sarcasticamente gli auguri da tantissimi addetti ai lavori, però, forse, proprio il periodo di lockdown e di privazione della quotidianità ci ha spinto a rischiare e a provarci fino in fondo, andando ‘all-in’ come in una vera partita di poker”.

LA VOCE: BRIGHT LIGHTS. La voce del brano è, invece, quella di Bright Lights, che vanta un sodalizio ormai storico con Judici e Molinoir. L’artista statunitense, plurinominata ai Grammy Awards, nel corso della sua carriera ha scritto brani per numerose pop star di fama internazionale, tra cui
Britney Spears, Justin Bieber, Usher e Beyoncé. Il suo catalogo ha accumulato oltre 1 miliardo di streams in tutto il mondo. Più di 100 milioni di questi ascolti includono successi come “Language” di Porter Robinson, “How You Love Me” di 3LAU e il suo singolo “Runaway”. È stata anche una delle voci dell’album “Clarity” di Zedd.

POKER FACE, STORIA DI UN SUCCESSO. La versione originale di “Poker Face” è stata lanciata sul mercato internazionale il 26 settembre 2008 e ha scalato le classifiche, tanto da vendere nel 2009 9,8 milioni di copie, raggiungendo il traguardo di canzone più venduta dell’anno. Il palmarès legato a questo singolo è impressionante: un disco di diamante negli Stati Uniti d’America, 8 dischi di platino in Canada, 6 in Australia, 3 in Germania e in Svizzera, 2 in Danimarca, Nuova Zelanda, Regno Unito, Spagna e Svezia e 1 in Belgio e in Finlandia, senza tralasciare il disco d’’oro conseguito in Austria. Vincitrice di un Grammy Award nella categoria “miglior brano dance”, “Poker Face” trae ispirazione, perlomeno nella
ripetizione “Mum-mum-mum-mah!”, da “Ma Baker” dei Boney M (1977). L’autorevole rivista “Rolling Stone” l’ha inserita al 96° posto nella graduatoria delle 100 canzoni più belle del decennio 2000-2010.