Quantcast

Crollo impalcatura A6, Italexit con Paragone Cuneo: “qualcuno ha voluto risparmiare sui lavori”

Il segretario Alessandro Balocco: "infrastrutture tornino pubbliche, fuori i privati dalle autostrade"

Scrive Alessandro Balocco, segretario provinciale di Italexit con Paragone.

“A nemmeno una settimana dall’incidente sulla Torino-Bardonecchia, con 2 morti e 31 feriti, le mani dei Gavio tornano a sporcarsi di sangue innocente. Questa volta tocca a due operai, caduti nel vuoto per venti metri mentre erano al lavoro in un cantiere sulla Torino-Savona.

L’opinione pubblica forse aprirà una volta per tutti gli occhi su cosa significa avere i privati a gestire le infrastrutture del nostro paese: macchine da profitto per gli azionisti; possibili trappole mortali per utilizzatori e lavoratori. 

Esprimo la mia vicinanza ai feriti e alle loro famiglie e chiede un intervento esemplare delle autorità: le morti sul lavoro continuano ad essere una costante in questo paese e che un’impalcatura ceda all’improvviso su un viadotto può significare solo una cosa: qualcuno ha voluto risparmiare sui lavori. Qui in Piemonte deve ripetersi la tragedia del ponte Morandi affinché le cose cambino? I privati nelle autostrade causano solo problemi: le infrastrutture sono monopoli naturali che, in quanto tali, devono essere di proprietà pubblica”.