Quantcast

Vbc Mondovì surclassa Brescia e vince per la prima volta in tre set

Seconda vittoria di fila per i ragazzi di coach Barbiero che batte la quarta forza del campionato 3 a 0. Una prova praticamente perfetta che fa capire come i monregalesi, nonostante la posizione di classifica non ottimale, possano giocarsela con chiunque.

Grazie ad un’ottima prestazione il Vbc Synergy Mondovì espugna il Pala San Filippo di Brescia in tre set (22-25, 23-25, 20-25) e centra la seconda vittoria consecutiva. Con questi tre punti i monregalesi salgano a quota 13, agganciando momentaneamente Castellana Grotte al nono posto e allontanando il duo in coda Cantù-Lagonegro. Per Borgogno e compagni è la prima vittoria in tre set della stagione, e arriva appena cinque giorni dopo il successo casalingo contro Siena.

In casa Brescia da segnalare l’assenza pesante di Cisolla, costretto in panchina da un problema al ginocchio: al suo posto in banda staffetta tra i giovani Bergoli in seconda linea e Tasholli davanti. Sarebbe riduttivo però ricondurre a questo il successo del Vbc Synergy, che ha approcciato la partita nel modo corretto, facendo meglio degli avversari in tutti i fondamentali: da segnalare sei aces e 9 muri per i biancoblù, con le prestazioni di sostanza di Marra al centro e di Paoletti e Borgogno, particolarmente ispirati in attacco, soprattutto nei momenti clou del match.

I monregalesi partono forte e sull’1-4 Zambonardi chiama il primo time-out. Galliani, Bisi e l’ex Esposito provano a riportare in scia i “tucani” ma l’ace di Ferrini fa ripartire gli ospiti, che poi allungano fino al 12-17 firmato da Paoletti. Seconda sospensione del gioco per la panchina locale, Brescia arriva fino al -2 ma i monregalesi riescono a mantenere gli avversari a distanza di sicurezza (20-23). L’errore in battuta di Esposito porta al set ball, Brescia ne annulla uno poi chiude Paoletti sul 22-25. Gran primo set per capitan Borgogno, con un ace, il 71% in ricezione e il 75% in attacco.

Mondovì spinge sull’acceleratore anche ad inizio seconda frazione: i bresciani devono inseguire (4-8 dopo una bella murata di Putini, 9-12 siglato da Marra). Bisi riporta in scia i suoi compagni (11-12), ma gli ospiti non si fanno agganciare: 11-14 di Borgogno e 12-16 sull’errore di Esposito. Zambonardi chiama a rapporto i suoi e Brescia accorcia, complice un bel pallonetto di Galliani e l’ace di Tiberti. Sul 18-20 si fa sentire il tecnico Barbiero e Paoletti mette a terra due palloni pesantissimi (19-22). I tucani non demordono (23-24 siglato in pipe da Galliani) ma una magia “di seconda” di Putini vale il raddoppio sul 23-25. Ancora da sottolineare il 100% in attacco di Borgogno, e i due muri di Putini.

Ad inizio terzo set il Vbc deve inseguire (5-2) e sul 9-5 Barbiero chiama il primo time-out. I monregalesi pian piano annullano il vantaggio locale e agganciano sul 10-10 con un ace di Borgogno. Il sorpasso arriva con Ferrini (11-12), ma Brescia contro-sorpassa con l’ace di Galliani (14-13). Lotta punto a punto, poi Paoletti mette a terra due palloni pesanti e il Vbc allunga fino al 16-19. Finale tutto monregalese: Bussolari, Paoletti e Ferrini non sbagliano più niente e i galletti vanno a chiudere 20-25.

«È stata una bella partita – ha commentato il tecnico Mario Barbiero alla fine del match -, abbiamo vinto e soprattutto abbiamo messo in campo un ottimo atteggiamento. A loro mancava un giocatore importante, ma non era comunque facile, perché eravamo fuori casa e stavamo cercando continuità dopo l’ultima gara. Non era facile gestire la partita dal punto di vista emotivo, ma ho visto l’approccio giusto da parte della squadra. Tutti i giocatori sono da applaudire, hanno giocato la partita che avevamo preparato. Ci aspetta un calendario complicato ma abbiamo dimostrato di esserci anche noi».

Domenica al PalaManera arriveranno i ragazzi del Prisma Taranto, secondi in campionato. Se Borgogno e compagni giocheranno come con Brescia sarà un match scoppiettante.