Rifreddo, il Consiglio approva il bilancio di previsione 2021

Nessun aumento delle imposte e delle tariffe. Il piccolo comune della Valle Po si conferma, così, come uno di quelli che tassa meno i propri cittadini

Più informazioni su

Rifreddo. Il Consiglio Comunale rifreddese ha approvato il bilancio di previsione 2021 e la lunga serie di delibere annesse allo stesso.

Un documento contabile che conferma le aliquote dei tributi comunali e le tariffe in vigore nel 2020 consolidando così la tradizione che vede il piccolo comune della Valle Po in testa alla lista degli enti locali che tassano di meno i loro cittadini e che forniscono servizi a prezzi più contenuti. “Se non ci saranno particolari problematiche in corso d’anno – ha spiegato il sindaco Cesare Cavallo – contiamo di poter tenere la pressione fiscale ai livelli degli anni passati pur senza rinunciare a fornire buoni servizi ed a fare qualche importante investimento.

Siamo poi molto contenti di essere riusciti ad approvare il bilancio di previsione entro il 31 dicembre (cosa che non ci riusciva da diversi anni) perché ciò ci consentirà di evitare l’utilizzo dei dodicesimi della spesa storica e di essere operativi fin dall’inizio dell’anno”.

Entrando nei dettagli delle delibere approvate troviamo un nutrito capitolo sugli investimenti. Si prevede, infatti, di completare la Cittadella degli anziani e di far partire i bandi per gli alloggi della stessa, di realizzare i marciapiedi e la pavimentazione di via Roma ma anche di completare il programma di asfaltature delle strade comunali e di intervenire sul tema del dissesto idrogeologico attraverso l’utilizzo dei fondi Ato.

L’approvazione del bilancio è stata anche l’occasione per fare il punto sulla riorganizzazione degli uffici comunali. Va, infatti, ricordato che nel 2020 ha lasciato il comune la responsabile dell’Ufficio ragioneria ed è ancora da completare la sostituzione dell’impiegato amministrativo andato in pensione precedentemente.

“Nel 2021 – ha spiegato il primo cittadino – dovremmo riuscire finalmente a completare il progetto di revisione del personale comunale. Per fare ciò è però prima necessario espletare il processo di calcolo assunzionale rendendolo compatibile con le nuove norme che non prevedono più sostituzioni di personale cessato ma rapporti tra spesa corrente e costi dei dipendenti. In attesa che tutto sia chiaro abbiamo formalizzato un accordo con comune di Busca per avere a disposizione in extra orario la ragioniera Elvira Maurino. Una collaborazione che ha portato anche ad un accordo per l’utilizzo a scavalco della segretaria comunale Monica Para che opera tra Boves e la stessa Busca.

Per ciò che consta, invece, l’Ufficio anagrafe va avanti la collaborazione con l’agenzia di lavoro interinale Sinergie che ci fornisce 20 ore mensili Sara Piscina. Un’organizzazione composita che sta funzionando piuttosto bene ma che ovviamente non può che essere una soluzione temporanea e che auguriamo possa al più presto essere abbandonata in favore di una con maggior grado di stabilità”.

Più informazioni su