Donazioni di sangue anche alla domenica al centro trasfusionale di Mondovì

Previste tre domeniche di prova (31 gennaio, 28 marzo, 24 ottobre). Raddoppiati anche i sabati di apertura

Il 2021 ha portato una rilevante (e duplice) novità ai donatori di sangue afferenti al centro trasfusionale dell’ospedale di Mondovì: sono infatti raddoppiati i sabati di apertura e si potrà donare anche di domenica.

Una buona notizia, nata per ottimizzare i tempi e come risposta e un anno molto critico, dove, a causa dell’attuale emergenza sanitaria, si sono registrate circa 250 unità di sangue raccolte in meno confronto al 2019.

“L’ottimizzazione del servizio – asserisce Mauro Benedetto, presidente dell’Avas-Fidas Monregaleseè fondamentale se si mira a migliorare i risultati. Con la diminuzione delle donazioni del 2020 era ovvio che fosse necessario trovare soluzioni tra cui anche quella di dare più tempo a disposizione a chi presta il braccio volontariamente. Con un numero maggiore di giornate in cui sarà possibile donare si potranno dare maggiori opportunità a chi lavora o a chi può concedersi la domenica come unico giorno libero. Aumentare il numero di sabati è stata una scelta aziendale di cui non posso che rallegrarmi”.

Per quanto riguarda le domeniche, invece, “ho espresso personalmente il mio desiderio di tentare questo esperimento al primario, dottor Lorenzi, e alla responsabile del SIMT, dottoressa Tornello, che hanno accolto favorevolmente questa possibilità. Il test si effettuerà intanto su tre domeniche (31 gennaio, 28 marzo, 24 ottobre) e ciò permetterà di capire l’effettiva valenza della nuova soluzione. Io credo che sia una grande opportunità che vada colta e vissuta con senso di responsabilità. Sappiamo perfettamente quanti problemi riguardino il mondo del trasfusionale: non serve lamentarci, ma dobbiamo trovare insieme soluzioni. Il personale medico si è reso disponibile incondizionatamente e anche noi donatori dobbiamo dare la nostra risposta”.