Villanova Mondovì, la casa di riposo chiede aiuto: rischia la chiusura

La pandemia mette a rischio duecento anni di assistenza. Il CDA, con il patrocinio del Comune: "Chiediamo un aiuto speciale a tutta la comunità"

“Il 2020 non deve interrompere la secolare tradizione assistenziale del territorio villanovese. L’odierna casa di riposo ‘Don Bartolomeo Rossi’ affonda le proprie radici nel diciassettesimo secolo, quando vennero istituite le congregazioni di carità a finalità assistenziali. Quasi duecento anni di vita, eventi bellici e stravolgimenti sociali, ma operatività della struttura mai compromessa. Il tutto grazie ad un importante impegno civile degli amministratori ,unito al costante coinvolgimento della comunità”.

Comincia così la nota diramata a mezzo stampa dal CDA della casa di riposo “Don Rossi” di Villanova Mondovì, che sta vivendo un periodo complicato in termini finanziari e che ora rischia di vedere compromessa la sua sopravvivenza.

“Tante, forse tutte, le famiglie del nostro territorio hanno o hanno avuto un parente caro ospite dell’ente assistenziale. Luogo prediletto in cui custodire e accompagnare i nostri più amati ricordi nel percorso più delicato delle loro vite. Oggi la ‘Don Rossi’ è divenuta vera e propria impresa, dai rilevanti dati numerici. Numerose le famiglie a reddito, sia come dipendenti, sia come fornitori. Un’attività di assoluta eccellenza che non bada all’utile, primo obiettivo per numerose società che erogano simili servizi nel resto del panorama nazionale. La Fondazione casa di riposo Don Rossi è un’eccellenza locale, peculiare, una no profit con l’unico scopo di pareggiare i bilanci: scopo non perseguibile nel terribile anno del Covid-19.

Purtroppo, infatti,il virus rischia di mettere a rischio la stabilità della nostra casa, intesa non come edificio, ma come luogo familiare, rifugio dell’anima per i nostri cari. Persone, non numeri, che ieri, oggi e domani potranno continuare a soggiornare, sorridere e condividere gli spazi e i servizi della struttura. Per far sì che la storia continui, ogni villanovese deve essere coinvolto, in nome del passato, del presente, ma, soprattutto, del futuro. Servizi interrotti difficilmente riescono ad essere recuperati. Per questo chiediamo, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Villanova Mondovì, che ha già deliberato in favore della causa un contributo straordinario di 25mila euro, un aiuto speciale a ognuno di voi: perché la casa di riposo Don Rossi è la casa dei villanovesi. La nostra casa”.

La donazione in favore della casa di riposo può essere effettuata presso l’UBI Banca S.P.A. – Agenzia di Villanova Mondovì utilizzando le seguenti coordinate bancarie: IBAN IT 78 R 03111 46990 00000000 3410.