Quantcast

Come si prepara il vaccino anti-Covid prima della somministrazione? Una fiala contiene cinque dosi

Claudia Fruttero, responsabile farmacia ospedaliera, spiega in un video i passaggi che devono essere effettuati prima di vaccinare i pazienti

Poco dopo le 12 di oggi, domenica 27 dicembre 2020, presso l’ospedale “Santa Croce e Carle” di Cuneo sono state effettuate le prime delle 80 vaccinazioni del V-Day previste all’interno del nosocomio principale della Granda.

Ma come si prepara il vaccino anti-Covid prima della somministrazione? Una domanda che trova risposta in un filmato pubblicato sui canali social ospedalieri attraverso la voce e l’accurata spiegazione di Claudia Fruttero, responsabile della farmacia della struttura.

“La fiala è stata scongelata, dunque portata a temperatura ambiente e agitata, con capovolgimento del flacone 10 volte – dichiara –. Dopodiché sono stati prelevati 1.8 millilitri di iniezione fisiologica e sono stati iniettati all’interno del flacone, perr consentire la diluizione della soluzione”.

Successivamente, la soluzione stessa è stata ulteriormente miscelata gentilmente: A questo punto è pronta per essere prelevata in siringa in cinque dosi ed essere poi somministrata ai pazienti”.