Quantcast

Alba: dal Comune 25 mila euro per lo Sferisterio Mermet con il ritorno della Pallonistica Albese in serie A  

 “Siamo orgogliosi ed emozionati di poter finalmente rivedere la società albese in serie A – dichiara il sindaco di Alba Carlo Bo - e, a maggior ragione, se potrà tornare ad allenarsi e a disputare le partite all’interno dello Sferisterio Mermet, un pezzo di storia della nostra città. Con l’augurio che da quest’anno in avanti, compatibilmente con l’emergenza sanitaria, possa tornare a diventare il fulcro del mondo del balon, coinvolgendo sempre più giovani e appassionati”.

Il Comune di Alba ha destinato 25 mila euro allo Sferisterio Mermet. Mercoledì 30 dicembre in municipio, il sindaco di Alba Carlo Bo ha incontrato il presidente della Fondazione Sferisterio Mermet Nando Vioglio. L’incontro è stato occasione per parlare anche del recente ripescaggio in Serie A della “rinata” Pallonistica Albese con il nuovo capitano Bruno Campagno e i suoi compagni di squadra Roberto Corino, Lorenzo Bolla e Michele Vincenti.

Per il gioco in Serie A, il “tempio del balon” deve essere messo in sicurezza con lavori di sistemazione del campo, dell’area spettatori e degli spogliatoi.

Il sindaco Carlo Bo, con il consigliere delegato allo Sport Daniele Sobrero, aveva già incontrato i rappresentanti della Fondazione Mermet nel mese di ottobre per rassicurarli che il Comune di Alba avrebbe fatto la sua parte per gli interventi sullo Sferisterio, insieme con le altre realtà sin dall’inizio in prima linea per sostenere la rinascita del Mermet.

 “Siamo orgogliosi ed emozionati di poter finalmente rivedere la società albese in serie A – dichiara il sindaco di Alba Carlo Bo – e, a maggior ragione, se potrà tornare ad allenarsi e a disputare le partite all’interno dello Sferisterio Mermet, un pezzo di storia della nostra città. Con l’augurio che da quest’anno in avanti, compatibilmente con l’emergenza sanitaria, possa tornare a diventare il fulcro del mondo del balon, coinvolgendo sempre più giovani e appassionati”.

«Il progetto di sistemazione – spiega il presidente della Fondazione Sferisterio Mermet Nando Vioglio – prevede i primi interventi urgenti per la messa in sicurezza dello Sferisterio. Sono da adeguare alle normative sia l’area di gioco, sia la zona spettatori. Bisognerà anche ristrutturare gli spogliatoi per gli atleti e fare un’uscita di sicurezza per il pubblico su via Diaz. Una particolare attenzione sarà riservata anche agli adeguamenti secondo le normative anti-Covid. I lavori dovrebbero partire a febbraio e speriamo di essere pronti per aprile, quando, coronavirus permettendo, dovrebbe riprendere il campionato».

Dopo travagliate vicende, lo Sferisterio Mermet è stato acquistato il 28 novembre 2018 dalla Fondazione Mermet per un importo di 700 mila euro: il Comune ha fatto la sua parte con 200 mila euro, la Fondazione Crc ha messo 200 mila euro ed il notaio Vincenzo Toppino ha messo 300 mila euro.