Quantcast

Priero, poker di interrogazioni della minoranza: acquedotto, torre del castello, ostello della gioventù e parco giochi

I consiglieri d'opposizione Erica Prato, Pierluigi Domenico Barattero e Selene Menini hanno formalmente richiesto chiarimenti al sindaco circa quattro diverse tematiche

Il poker è servito. I consiglieri comunali di minoranza di Priero, Erica Prato, Pierluigi Domenico Barattero e Selene Menini, hanno presentato quattro interrogazioni al sindaco, Alessandro Ingaria, al fine di rivolgergli alcune richieste di chiarimenti circa tematiche differenti: l’acquedotto, la torre del castello, l’ostello della gioventù e il parco giochi.

ACQUEDOTTO – I consiglieri chiedono “informazioni e chiarimenti relativi all’ammontare degli introiti comunali derivanti dall’acquedotto, ai costi degli interventi apportati allo stesso nell’anno 2019 e nell’anno 2020 oltre ai costi inerenti all’intervento di urgenza dello scorso gennaio. Inoltre, si chiede una spiegazione sul pessimo stato di manutenzione degli impianti idrici comunali, il programma di pulizia delle vasche di captazione, delle sorgenti e delle vasche di contenimento, a quando risalga l’ultima pulizia delle stesse e la motivazione dello stato di degrado in cui versano”.

TORRE DEL CASTELLO – I consiglieri interrogano il primo cittadino “per avere informazioni e chiarimenti sulle spese effettuate di importo totale di 11.583 euro per lavori per la messa in sicurezza dell’area esterna della torre del castello di Priero a fronte dei lavori già eseguiti […], che a parere degli scriventi sembrano molto esosi, considerato che parte degli stessi non provengono da contributi percepiti. Si chiede a tal proposito elenco dettagliato dei lavori svolti o – in alternativa – descrizione dettagliata dei preventivi. Inoltre, si chiede perché si sia ritenuto congruo spendere tale cifra tutta in tale sito, dimenticando e trascurando altri interventi più opportuni”.

OSTELLO DELLA GIOVENTÙ – I consiglieri domandano “informazioni e chiarimenti in merito alla gestione della struttura comunale, con particolare attenzione a ciò che riguarda la promozione turistica, le attività ricreative e culturali e i canali attraverso cui il gestore ha promosso e pubblicizzato la propria attività. In particolare, si richiede inoltre di visionare il rendiconto annuale, riportante il prospetto sintetico con riepilogo delle entrate e delle spese suddivise per tipologia e la relazione sull’andamento dell’anno, con indicazione di tutti i dati utili alla verifica del raggiungimento degli obiettivi richiamati nella convenzione”.

PARCO GIOCHI “DELLA ROTONDA”I consiglieri chiedono “informazioni e chiarimenti in merito alla presenza di attrezzature ludiche a norma, nel rispetto di tutte le condizioni di sicurezza previste dalla vigente normativa. Si richiede, inoltre, di chiarire se vi sia un piano strategico di manutenzione e sicurezza dell’area, come previsto dalla norma UNI EN 1176-7, che documenti gli interventi fatti (da svolgere regolarmente)”.