Post alluvione, proseguono i lavori di ripristino della viabilità in valle Gesso

Interventi della Provincia a San Giacomo di Entracque e verso Terme di Valdieri. Il grazie del presidente del Parco e dei due sindaci.

La valle Gesso, ferita dall’alluvione di inizio ottobre, è al centro dei lavori di ripristino della viabilità che la Provincia sta portando avanti sia per quanto riguarda il tratto che conduce alla frazione di San Giacomo dove mancano circa due chilometri di asfalto spazzati via dalla furia dell’acqua, sia per quello che porta alle Terme di Valdieri.

A San Giacomo il tratto distrutto è stato ripristinato in via provvisoria rendendo così possibile il rientro a valle di auto e camper che erano rimasti bloccati in frazione. Il percorso per raggiungere San Giacomo resta chiuso comunque chiuso al transito perché la messa in sicurezza avverrà solo in primavera.

Il cantiere di ripristino procede spedito anche sulla provinciale per le Terme di Valdieri con la messa in sicurezza del tratto interessato da una frana tramite la sistemazione di pali. Con una lettera indirizzata al presidente della Provincia Federico Borgna, il presidente del Parco Alpi Marittine, Pier Mario Giordano, ha ringraziato l’ente anche a nome dei sindaci di Entracque, Gian Pietro Pepino e di Valdieri, Giacomo Gaiotti per l’impegno e la rapidità degli interventi che stanno procedendo con rispetto per l’ambiente.

Nella lettera anche il grazie agli ingegneri Riccardo Enrici e Simone Nicola, ai geometri Luca Rosso e al responsabile dei tratti interessati dagli interventi Fabio Musso, oltre alle ditte Somoter di Borgo San Dalmazzo, Gondolo di Entracque e Franco Paolo di Valdieri che stanno eseguendo gli interventi. Nelle foto, scattate dall’elicottero dal geologo della Provincia Paolo Tible, la situazione della valle Gesso a Terme di Valdieri e San Giacomo di Entracque.