Formazione, l’appello di Chiara Gribaudo alla Regione: “ripristinare possibilità videoconferenza”

"Sarebbe importante poter erogare a distanza la formazione di neoassunti presso le strutture sanitarie, dove vi è un rischio anche maggiore sia per il docente che per gli operatori"

“Il Piemonte è zona rossa ma la possibilità di erogare i corsi di formazione in videoconferenza non è ancora stata ripristinata. Si tratta di una soluzione già adottata nel lockdown di primavera per consentire l’erogazione di questi corsi in sicurezza per tutti, ritirata poi durante l’estate. In particolare, sarebbe importante poter erogare a distanza la formazione di neoassunti presso le strutture sanitarie, dove vi è un rischio anche maggiore sia per il docente che per gli operatori.” Lo dichiara in una nota la vice capogruppo del PD alla Camera, Chiara Gribaudo.

“Mi auguro che la Regione ascolti presto le preoccupazioni degli enti erogatori piemontesi per l’equiparazione dei corsi in videoconferenza a quelli in presenza. Fra l’altro, sono soggetti a concorrenza sleale, perchè enti di altre regioni possono erogare formazione a distanza ad aziende piemontesi. E’ necessario garantire a tutti pari opportunità” conclude l’onorevole dem.