Centallo ha 101 persone attualmente contagiate. “Più del 50% sono sintomatici, 5 ricoverati”

Il dato non tiene conto delle guarigioni, che sono state già scalate. Non verranno disposte chiusure di parchi, cimiteri e orti comunali, salvo diverso avviso della Regione o dello Stato

Centallo. Come ormai consuetudine è stata diramata poco fa una nota congiunta di sindaco e capogruppo minoranza in consiglio comunale. Pino Chiavassa e Alessandro Cubeddu riferiscono di esseri riuniti questa mattina per la valutazione di alcuni punti. Qui di seguito il testo integrale della nota.

– dai dati sanitari a disposizione, Centallo ha 101 contagi accertati, di cui più del 50% sintomatici. Il dato non tiene conto delle guarigioni, che sono state già scalate. Cinque i ricoverati. Extra i 15 in quarantena presso il Covid Hotel.
– non verranno disposte chiusure di parchi, cimiteri e orti comunali, salvo diverso avviso della Regione o dello Stato;
– verrà predisposta la chiusura alle 18 del distributore h24 di snack e bevande in piazza dei peperoni;
– la casetta dell’acqua rimarrà aperta e verranno posizionate transenne per un deflusso regolare dell’utenza;
– non verranno disposte ordinanze più restrittive nei confronti degli esercizi commerciali che continueranno a rispettare le prescrizioni di Stato e Regione;
. il mercato settimanale continuerà ad avere luogo il lunedi in piazza vittorio e il venerdi in piazza dei peperoni con le consuete modalità e con la sola presenza degli ambulanti autorizzati dalla legge (alimenti e beni di prima necessità)
– l’oasi del cane rimarrà aperta;
– i corsi musicali organizzati da Ensamble e Pentagramma saranno sospesi.

Ogni scelta verrà adottata basandosi su indicazioni dell’autorità sanitaria, regione e stato. Qualora il numero dei contagi dovesse ulteriormente crescere, potranno essere nuovi provvedimenti.

Aiutateci a prendere le decisioni migliori per la comunità, rispettando le regole. Le bancarelle consentite al mercato del lunedì e del venerdì saranno, come da decreto, esclusivamente quelle di generi alimentari, salvo che non subentrino modifiche a livello nazionale.