Busca, una convenzione con Ingenium per il riconoscimento di Ecomuseo

Sottoscritta dal Comune allo scopo di valorizzare il patrimonio culturale e ambientale di tutta la città e dei suoi beni naturalistici, storici e culturali

Busca. E’ stata sottoscritta mercoledì 4 novembre una convenzione fra il Comune e l’associazione buschese Ingenium allo scopo di creare un Ecomuseo del territorio, in base all’apposita della Legge Regionale del 2018, nell’ambito del quale valorizzare il patrimonio culturale e ambientale di tutta la città e dei suoi beni naturalistici, storici e culturali.

“Il Comune – sottolinea il sindaco Marco Gallo – ha sostenuto da sempre l’attività e condiviso gli obiettivi e le finalità di Ingenium, che è iscritta all’albo delle associazioni di promozione sociale. Il convento dei Cappuccini, insieme con altri luoghi simbolo come il castello del Roccolo, l’Eremo di Belmonte, le cave di alabastro, il Castellaccio, la collina ed i suoi percorsi, l’area fluviale del Maira, le chiese e le cappelle storiche, il santuario di Valmala, rappresenta un elemento della rete di attrattive del territorio comunale con valenze idonee alla realizzazione di un progetto integrato”.