Saluzzo stoppa i versamenti Cosap: la seconda rata non va pagata

L'annuncio da parte del Comune: "I nostri uffici effettueranno eventuali rimborsi e conguagli per gli importi già versati e non dovuti"

“I titolari di concessione per i mercati non devono pagare la seconda rata della Cosap che scade il 30 novembre, dopo l’approvazione delle ultime novità normative”.

L’annuncio giunge direttamente dal Comune di Saluzzo, che aveva già emesso e recapitato le bollette per l’anno corrente, prevedendo la scadenza del 30 settembre per la prima rata e il 30 novembre, appunto, per la seconda; era prevista anche l’esenzione per il periodo di tre mesi per gli ambulanti non alimentari e di due mesi per gli alimentari.

“Con la conversione del Decreto legge numero 104 del 14 agosto 2020 – asseriscono dall’ufficio ragioneria del municipio –, avvenuto con la legge numero 126 del 13 ottobre 2020, è stata estesa l’esenzione dal pagamento della Cosap 2020, che prima era prevista per il periodo dal 1° marzo al 30 aprile, fino al 15 ottobre, cioè per un totale di 7 mesi e mezzo. I nostri uffici effettueranno eventuali rimborsi e conguagli per gli importi già versati e non dovuti”.