Funzioni nei cimiteri vietate a Ognissanti: l’ordinanza anti-Covid del sindaco di Montà

In seguito all'incremento dei contagi, il primo cittadino, Andrea Cauda, ha emesso un provvedimento contenente tre misure restrittive specifiche

La crescita dei contagi da Coronavirus in provincia di Cuneo ha favorito la nascita di alcuni provvedimenti locali. È il caso del Comune di Montà e del suo sindaco, Andrea Cauda, il quale ha emesso un’ordinanza che pone alcuni paletti specifici.

“Rilevato che in questi ultimi giorni tutti i mezzi di comunicazione evidenziano una crescita dei contagi da Covid-19 e che anche a Montà si registra un incremento dei positivi – si legge nel testo -, sono state individuate alcune misure che vadano nella medesima direzione di quelle adottate dagli organi di Governo, per contrastare a livello locale tale pericolosa tendenza all’aumento dei contagiati dal virus”.

Tre, in particolare, le restrizioni applicate:

1) Nel rispetto dei protocolli emanati dal Governo, dal Coni e dalle singole Federazioni sportive sono autorizzati l’apertura e l’utilizzo degli impianti sportivi comunali e delle palestre comunali, a condizione che venga inibito l’accesso a persone terze alle attività sportive e, in particolare, al pubblico e alle famiglie degli atleti;

2) L’uso dei locali spogliatoio e docce presso gli impianti sportivi è autorizzato per le sole gare ufficiali di campionato organizzate dalle Federazioni ed enti sportivi, a condizione che sia garantito il distanziamento fisico;

3) In occasione della festività di Ognissanti e della ricorrenza dei defunti dei giorni 1 e 2 novembre 2020, sono vietate le funzioni religiose all’interno dei cimiteri comunali.