Dopo l’alluvione del 2 Ottobre ancora più importante votare la Cuneo-Nizza nel concorso dei Luoghi del Cuore del FAI

A causa dell'aumento del numero dei contagi da coronavirus i banchetti sono sospesi ma è possibile firmare online

Mentre ancora si fa la conta dei danni e si spala per ripulire i territori colpiti dall’alluvione del 2 Ottobre da più parti si fa notare che la ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza è quasi intatta e sarà del tutto in funzione a breve.

Purtroppo non è così per la strada internazionale del Tenda, danneggiata in più punti, soprattutto allo sbocco del traforo lato Francia. Non sarà percorribile per anni.

Occorre dunque recuperare rapidamente al pieno utilizzo la ferrovia e prepararsi ad un incremento di corse, subito dopo la riparazione dei pochi danni subiti. Occorre convocare rapidamente una Conferenza intergovernativa (Cig) per definire infine il trattato internazionale di gestione della linea.

La politica ha un motivo in più, se mai ce ne fosse bisogno, per risolvere i nodi ancora aperti.

L’importanza della ferrovia è testimoniata anche dal successo che sta avendo nel concorso del FAI dei LUOGHI DEL CUORE. Attualmente la Cuneo-Ventimiglia-Nizza è seconda con 16.000 voti.

Molte firme sono state raccolte sui banchetti che il Comitato di sostegno ha organizzato a Cuneo.

Purtroppo a causa dell’aumento del numero dei contagi da coronavirus i banchetti sono sospesi. E’ sempre possibile firmare online collegandosi a: https://www.fondoambiente.it/luoghi/cuneo-ventimiglia-nizza-la-ferrovia-delle-meraviglie?ldc

Si può votare fino al 15 Dicembre.

Pochi giorni fa c’è stato il 41esimo compleanno della linea. Il Comitato ha organizzato la presentazione di 2 libri: “Treni di Montagna” di Diego Vaschetto, che ha appassionato i presenti illustrando alcune delle bellissime ferrovie che attraversano le Alpi e anche gli Appennini e “In treno e a piedi alla scoperta di Val Roia” di Danila Allaria e Ivano Ferrando. Anche la presentazione di questo libro ha emozionato i presenti con immagini e paesaggi magnifici. L’auspicio è quello di tornare presto alla scoperta di Val Roia a bordo del treno.