Dopo il DPCM, Mondovivo annulla gli eventi di domenica: “A novembre andremo dal sindaco”

La raccolta firme contro il polo logistico, intanto, ha raggiunto quota 1200 sottoscrizioni e nel corso del prossimo mese sarà consegnata al primo cittadino, Paolo Adriano

“Con rammarico, attenendoci alle disposizioni dell’ultimo DPCM, siamo costretti ad annullare la castagnata e le altre iniziative che avevamo previsto per domenica”.

Queste sono state le parole utilizzate dal comitato “Mondovivo” per annunciare la cancellazione degli appuntamenti in programma per il prossimo fine settimana. “Sarebbe stata un’occasione di incontrarci, discutere e continuare il lavoro di questi mesi dedito alla raccolta firme contro il polo logistico. Una raccolta firme che ci era stata suggerita dall’amministrazione comunale, una sfida che noi abbiamo accettato con lo spirito propositivo che ci connota e con la volontà di misurarci”.

Il risultato raggiunto è già altamente lusinghiero:Abbiamo valicato le 1200 firme, ma continueremo a raccoglierle. Contiamo di consegnarle personalmente al sindaco nella prima decade di novembre, con l’obiettivo di ottenere dalla politica un ripensamento sul sostegno al progetto che snaturerebbe l’ambiente, il paesaggio e il futuro di Mondovì”.

“Questo percorso – aggiungono da ‘Mondovivo’ – è nato in modo spontaneo da un piccolo gruppo di cittadini. Passo dopo passo abbiamo incontrato tanti altri che, comprese le nostre ragioni, si sono fatti parte attiva in questa campagna a difesa del verde. Rispettiamo il lavoro e quanto è stato fatto nel tempo dagli imprenditori monregalesi, ma i tempi sono cambiati e sentiamo come una priorità convincere tutti, anche chi sostiene il progetto in questione, a una riflessione. Una riflessione che implica il futuro e l’impatto ambientale che una nuova cementificazione sicuramente porterà. Noi non molliamo”.