Digital Math Training: il trionfo dell’Istituto “Baruffi” di Ceva foto

150 scuole, 3750 studenti, 32 vincitori

Il Baruffi di Ceva trionfa nell’edizione 2020 del progetto Digital Math Training: tra i 32 studenti premiati, su un totale di 3750 partecipanti, tre sono del Liceo di Ceva: Filippo Pavarino ( nona posizione) e Armando Bruno (15-esima posizione), entrambi della classe 5^B LICEO, e Federico Bosio (21-esima posizione) della classe 3^LICEO.

Il progetto, proposto dal Dipartimento di Biotecnologie Molecolari dell’Università di Torino, in collaborazione con il Dipartimento di Matematica, nell’ambito del progetto Diderot della Fondazione CRT, ha coinvolto 150 scuole del Piemonte e della Valle D’Aosta.

Rivolto agli studenti del secondo, terzo e quarto anno della Scuola Secondaria di Secondo grado, Digital match training si propone di stimolare e rafforzare le competenze matematiche-informatiche, digitali e di problem solving sempre più necessarie per affrontare in modo adeguato e maturo gli insegnamenti curriculari che richiedono l’uso di strumenti logico-matematico-informatici e per facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro.

Dopo una prima fase del progetto, che prevede un incontro tenuto da esperti del Dipartimento di Matematica, durante il quale gli studenti imparano ad utilizzare il software di calcolo simbolico Maple per risolvere problemi matematici, nella seconda fase cinque studenti per ciascuna classe entrano a far parte di un training a distanza, stimolati ogni dieci giorni a risolvere nuovi problemi con Maple. Dopo una selezione di 120 studenti in base al lavoro svolto durante la seconda fase, inizia un periodo di training avanzato in vista della gara finale.

“ A causa dell’emergenza Covid-19, la gara finale non si è potuta svolgere in presenza ed è stata rimodulata, così come la premiazione dei primi 32 classificati. Ma l’emergenza Covid-19 – ha dichiarato la docente coordinatrice del progetto Anna Camperi – non ha fermato i ragazzi del Baruffi che, seppure a distanza, hanno raggiunto risultati più che soddisfacenti. Dobbiamo essere davvero orgogliosi dei nostri ragazzi”.

“Condivido l’orgoglio della professoressa Anna Camperi per il risultato eccezionale. Bravi i ragazzi e  bravi i loro prof, ognuno per il contributo che ha dato a supporto del successo. Colgo l’occasione per ringraziare chi ha seguito i ragazzi, oltre alla coordinatrice Camperi, la professoressa Patrizia Astesiano – ha commentato la dirigente Mara Ferrero – È la vittoria dei premiati, dei loro docenti e del Baruffi tutto.  L’unica arma che abbiamo ora per sconfiggere l’angoscia di questo periodo è fare squadra e il Baruffi è una GRANDE SQUADRA”.