Dall’Europa 34 milioni per l’alluvione 2019

Per il Cuneese è prevista una somma di 6.575.600 euro per 82 interventi

Ammonta ad oltre 34 milioni di euro per la copertura di 315 interventi di ripristino della funzionalità idraulica nei territori colpiti dalle alluvioni di ottobre e novembre 2019 la somma stanziata dal Fondo di Solidarietà dell’Unione Europea, richiesta ed ottenuta dalla Regione Piemonte in collaborazione con il Dipartimento nazionale della Protezione civile Nazionale. Dal momento dello stanziamento, i Comuni interessati avranno 18 mesi per realizzare e rendicontare i lavori.

L’elenco comprende per l’Alessandrino 15.454.000 euro per 148 interventi, per l’Astigiano 2.355.000 euro per 20 interventi, per il Biellese 2.350.000 euro per 13 interventi, per il Cuneese 6.575.600 euro per 82 interventi, per il Torinese 3.725.000 euro per 28 interventi, per il Verbano-Cusio-Ossola 1.337.000 euro per 11 interventi, per il Vercellese 1.337.000 euro per 13 interventi.

“Stiamo parlando di cifre molto importanti – rileva l’assessore regionale alla Difesa del suolo e Protezione civile Marco Gabusi – che si vanno a sommare agli stanziamenti del Dipartimento della Protezione civile, dando così ai Comuni e agli enti gestori la serenità di poter realizzare i lavori di messa in sicurezza necessari per il territorio in quanto possono così contare su una copertura economica certa e dai tempi rapidi. Stiamo verificando l’attivazione della medesima procedura per gli eventi del 2 e 3 ottobre scorsi”.

Per quest’ultimo evento la Regione Piemonte sta affiancando i territori colpiti in tutte le fasi utili al ripristino della sicurezza, con interventi di vario tipo, che vanno dal consolidamento o costruzione di muri di contenimento alla rimozione di frane e ostruzioni, dalla costruzione di sostegni e strade alla sostituzione delle pompe idrauliche danneggiate, dal rifacimento delle difese spondali al ripristino delle condotte acquedottistiche a molti altri interventi di funzionalità idraulica.