Covid a Boves, 23 positivi. Il sindaco apre il C.O.C.: “No allarmismo, sì prudenza”

Altre 10 persone sono in attesa dell'esito del tampone. Paoletti: "Con questo trend a breve supereremo il numero massimo di contagi raggiunti nel lockdown di marzo/aprile. A differenza di allora, dove tutti i contagi riguardavano personale sanitario o persone ricoverate, oggi non siamo in grado di ricostruire la catena dei contagi interessando famiglie comuni"

Boves. Ad oggi (giovedì 22 ottobre) sono 23 i cittadini positivi al Covid-19 con una decina di persone in attesa dell’esito del tampone.

Lo riferisce il sindavo Maurizio Paoletti che aggiunge: “Con questo trend a breve supereremo il numero massimo di contagi raggiunti nel lockdown di marzo/aprile. A differenza di allora, dove tutti i contagi riguardavano personale sanitario o persone ricoverate, oggi non siamo in grado di ricostruire la catena dei contagi interessando famiglie comuni”.

“Visto l’aumento dei contagi – aggiunge il primo cittadino bovesano – come Autorità locale di Protezione civile oggi pomeriggio ho disposto l’apertura in via permanente del C.O.C. che ci permetterà l’impegno immediato della Protezione civile per ogni necessità della popolazione. Nessun allarmismo ma prudenza”.