Coronavirus, pronto soccorso chiusi di notte a Saluzzo e Ceva

Decisione dell'Unità di Crisi e della Regione Piemonte per fare fronte alle esigenze in materia di personale sanitario

L’incremento in termini di contagi da Coronavirus sul territorio regionale e in provincia di Cuneo ha indotto l’Unita di Crisi, di concerto con i vertici della Regione Piemonte, ad adottare una decisione difficile, ma necessaria.

In particolare, i pronto soccorso a servizio dei nosocomi di Saluzzo e Ceva saranno chiusi in orario notturno, dalle 20 alle 8, per soddisfare la necessità di personale sanitario da impiegare nell’emergenza.

A proposito di questa decisione, il primo cittadino cebano, Vincenzo Bezzone, si è detto rammaricato e pronto a vigilare, “ma di fronte a una situazione critica come quella attuale non possiamo certo fare ostruzionismo in merito a questioni di carattere sanitario”.

Ceva, peraltro, aveva registrato la chiusura, in quel caso totale, del suo pronto soccorso già durante il lockdown primaverile, per poi festeggiarne la riapertura a inizio settembre.