Clavesana, il Gruppo di Soccorso accoglie 20 nuovi volontari: “Boccata d’ossigeno, ma non basta” foto

Di queste 20 future reclute che si sono “messe in gioco” non tutte rimarranno a Clavesana. Alcuni, dopo il tirocinio, faranno poi parte della Pubblica Associazione volontari Valli Monregalesi di Villanova Mondovì e della Croce Bianca di Ceva

Clavesana. Tutti promossi. Il percorso non è ancora terminato, ma i 20 nuovi aspiranti volontari hanno superato sia l’esame teorico che pratico e ora sono in tirocinio pratico protetto presso il Gruppo di soccorso di Clavesana.

Al termine otterranno la certificazione “Allegato A” (quella che abilita all’attività di soccorritore volontario), mentre sono già comunque in possesso del “Blsd” (per il supporto delle manovre da compiere in caso di arresto cardiaco).

«Una boccata d’ossigeno per la nostra Associazione», spiega il presidente Maurizio Arnaldi. «Ma non è sufficiente. Chiunque volesse, in qualsiasi momento, diventare volontario per l’emergenza, piuttosto che per il trasporto intraospedaliero o per dialisi e dimissioni, può farlo mettendosi in contatto tramite la nostra mail info@gvsa.it o il numero di sede 0173 750.880».

Di queste 20 future reclute che si sono “messe in gioco” non tutte rimarranno a Clavesana. Alcuni, dopo il tirocinio, faranno poi parte della Pubblica Associazione volontari Valli Monregalesi di Villanova Mondovì e della Croce Bianca di Ceva.