Digitalizzazione e welfare al centro dell’incontro dell’associazione “Insieme” a Ormea foto

Il meeting si è svolto sabato 29 agosto e rientra all'interno di un progetto più ampio a firma del sodalizio cuneese, che sfocerà in appuntamenti ulteriori

Sabato 29 agosto 2020, a Ormea, in alta val Tanaro, ha avuto luogo un incontro a cura dell’associazione “Insieme”, che ha coinvolto i relatori Alberto Fissore (moderatore, membro di “Insieme” e capogruppo del “pianeta” Agricoltura e Montagna), Marco Valenti (responsabile area Nord-Ovest di Wind Tre) e Marco Galliano (responsabile BBBell).

Nel corso della giornata si è dibattuto sulla digitalizzazione e sul welfare, due macrotematiche di stringente attualità a livello non soltanto locale, bensì anche nazionale, ma per inquadrare meglio la questione occorre fare un passo indietro e farsi aiutare dalle dichiarazioni di Marcello Cavallo, presidente del sodalizio: “Questo appuntamento è nato dal lavoro condotto da un gruppo di giovani under 45 dell’associazione ‘Insieme’ sin dalla fine del 2019, mediante una suddivisione in gruppi, denominati pianeti, ciascuno dei quali si è dedicato a una precisa tematica, elaborando poi una documentazione finale”.

Il presidente Cavallo spiega poi che, dopo 120 call sulla piattaforma “Zoom” effettuate dai “pianeti” nel periodo del lockdown, “siamo passati adesso a una fase attuativa e il prossimo 17 ottobre, presso il castello degli Acaja a Fossano, avrà luogo un convegno aperto al pubblico alla presenza di Uncem, ANCI Piemonte e Aispa, al fine di affrontare la digitalizzazione in termini politici. Per quanto concerne il welfare, siamo tutti d’accordo che necessiti di un’innovazione sociale, così da essere in grado di fornire risposte ai cittadini. A tal proposito, ‘Insieme’ lavorerà all’elaborazione di un progetto per la creazione di un’impresa sociale che se ne occupi”.

A Ormea “abbiamo incontrato una spiccata disponibilità da parte dell’amministrazione comunale, che ringraziamo”, mentre in autunno, sul territorio della provincia, vi sarà un meeting dedicato ai giovani e imperniato sulla Granda, tra sogno e realtà: “Analizzeremo cosa c’è e di cosa c’è bisogno affinché le nuove generazioni possano vivere e lavorare nel Cuneese”.