Quantcast

Cuneo, “Io ritorno a scuola… a piedi o in bici”

Con i nuovi percorsi realizzati arriva a 20 km la rete di piste ciclabili cittadine #Cuneopedalaecammina

Cuneo. In vista di una ripartenza che sia davvero più sostenibile rispetto al passato, anche il ritorno a scuola e la ripresa delle attività ordinarie può essere sfruttato come occasione per imparare nuove buone abitudini, buone per sé e buone per l’ambiente. Utilizzare la bicicletta, o in alternativa andare a piedi, per recarsi a scuola o al lavoro è certamente una di queste. Ad ancora maggior ragione in un periodo in cui il distanziamento è la parola d’ordine.

In questi mesi il Comune di Cuneo ha lavorato alla realizzazione di nuove piste ciclabili per implementare la rete cittadina, permettendo di spostarsi in totale sicurezza, anche con i propri bambini, lasciando a casa l’auto. Proprio in vista della riapertura delle scuole il Comune invita tutti a spostarsi in maniera sostenibile, all’insegna della campagna “Io ritorno a scuola… a piedi o in bici”, nell’ambito del #Cuneopedalaecammina, e con una serie di interventi concreti volti a rendere sempre più facile e fruibile la mobilità ciclabile e pedonale.

Lunedì 14 settembre verrà inaugurata la ciclabile che collega le due piste, già esistenti, di via Bodina e corso Carlo Brunet, permettendo di raggiungere il centro di città dai quartieri di San Paolo e Cuneo Nuova. Nel complesso saranno 1,2 km di nuova pista, tutta protetta e in sede propria, ultimo tassello che va a completare il collegamento che attraversa tutta la città dal pizzo a monte, in totale sicurezza.

Con questo nuovo intervento arriva a 20 km la rete di piste ciclabili cittadine, rendendo Cuneo sempre più facilmente fruibile senz’auto e ancor di più “Città amica delle biciclette”, come recitano i cartelli stradali installati ad inizio anno, che richiamano automobilisti e cittadini a una maggior attenzione verso l’utenza debole della strada.

Nello specifico, sul fronte scuola, l’obiettivo dell’amministrazione è quello di sensibilizzare il maggior numero di studenti, e i loro genitori, a scegliere la mobilità sostenibile, raggiungendo gli istituiti scolastici a piedi o in bici attraverso i percorsi già presenti e quelli che si stanno realizzando in questi mesi.

«In questo modo, affrontiamo due temi prioritari, la mobilità dolce e la ripartenza della scuole – spiega l’assessore alla Mobilità del Comune di Cuneo, Davide Dalmasso -. Sul primo fronte, i lavori di potenziamento della rete ciclabile cittadina si inseriscono tra le azioni messe in atto per incentivare l’uso di mezzi alternativi all’auto privata. Questi comportamenti virtuosi, oltre ad essere delle buone pratiche da porre in atto nella propria vita quotidiana, è importante che, in questa fase di emergenza sanitaria, siano consolidati per garantire la tutela della salute dei cittadini. Per questo abbiamo lavorato per arrivare preparati alla riapertura delle scuole, anche per ciò che riguarda la mobilità. I ragazzi e le loro famiglie devono sapere che le strade cittadine sono sicure, che possono raggiungere la propria scuola a piedi o in bici, laddove le distanze lo consentano, e che possono farlo in tutta sicurezza».